Le schede didattiche

   

In questa sezione è possibile prendere visione delle Schede Didattiche utilizzate per favorire l’apprendimento dei nostri studenti.

Curricolo verticale

   

Per visualizzare le discipline del curricolo, cliccare sulla sigla della disciplina, in alternativa utilizzare i seguenti collegamenti:

ITALIANO

STORIA

GEOGRAFIA

INGLESE

SECONDA LINGUA STRANIERA

MATEMATICA

SCIENZE

TECNOLOGIA

SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE

RELIGIONE

MUSICA

ARTE E IMMAGINE

EDUCAZIONE CIVICA

Italiano

  

Scuola dell'Infanzia

NUCLEO TEMATICO

SCUOLA DELL’INFANZIA

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

ASCOLTO E PARLATO

 

 

Il bambino:

  • sa esprimere e comunicare agli altri emozioni, sentimenti, argomentazioni attraverso il linguaggio verbale che utilizza in differenti situazioni comunicative;
  • sperimenta rime, filastrocche, drammatizzazioni; inventa nuove parole, cerca somiglianze e analogie tra i suoni e i significati;
  • ascolta e comprende narrazioni, racconta e inventa storie, chiede e offre spiegazioni, usa il linguaggio per progettare attività e per definirne regole. 

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Strutturare in modo logico un semplice enunciato;
  • associare, denominare oggetti, verbalizzare azioni e immagini;
  • prendere la parola;
  • pronunciare correttamente i suoni;
  • comunicare i propri biso­gni, le necessità;
  • saper spiegare;
  • comprendere ed eseguire semplici comandi, mes­saggi dell’insegnante;
  • esprimere e comunicare le emozioni;
  • risolvere e verbalizzare semplici problemi di vita quotidiana e cercare al­ternative;
  • decifrare e decodificare i simboli presenti nella vita quotidiana del bambino;
  • scoprire il piacere della lettura motivata dalla curiosità della fabulazione;
  • verbalizzare le produzioni e drammatizzare situazioni strutturate e inventate.

Anni tre

  • Ascolta e comprende narrazioni
  • Esprime e comunica agli altri emozioni e sentimenti
  • Anni quattro
  • Esprime e comunica emozioni e sentimenti
  • Ascolta e comprende narrazioni
  • Racconta piccole storie

Anni cinque

  • Esprime e comunica attraverso un linguaggio appropriato e mozioni, sentimenti ed argomentazioni
  • Sperimenta rime, filastrocche, drammatizzazioni
  • Cerca somiglianze ed analogie
  • Impara nuove parole
  • Chiede ed offre spiegazioni
  • Usa il linguaggio per progettare attività

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

LETTURA

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Incoraggiare l’incontro con la lettura attraverso la consultazione libera e guidata di libri illustrati.

Anni tre

  • Incoraggiare l’ascolto di storie e fiabe
  • Incoraggiare la lettura di immagini

Anni quattro

  • Stimolare l’interesse all’ascolto di storie e alla loro verbalizzazione

Anni cinque

  • incoraggiare l’incontro con la lettura attraverso la consultazione libera e guidata di libri illustrati

 

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

SCRITTURA

Il bambino:

  • si avvicina alla lingua scritta, esplora e sperimenta prime forme di comunicazione attraverso la scritture, incontrando anche le tecnologie digitali e i nuovi media.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Vivere, sperimentare la funzionalità corporea per poter acquisire le competenze strumentali della scrittura;
  • essere attento alla consegna e portare a termine il lavoro;
  • descrivere situazioni ed esperienze vissute con una pluralità di linguaggi;
  • padroneggiare i movimenti settoriali e globali del corpo nell’organizzazione spazio temporale;
  • esprimersi attraverso la scrittura spontanea dopo aver negoziato i significati con il gruppo sezione.

Anni tre

  • primo approccio guidato alla coordinazione oculo-manuale

Anni quattro

  • prime rappresentazioni grafiche di se stesso e dell’ambiente che lo circonda

Anni cinque

  • si avvicina alla lingua scritta
  • esplora e sperimenta prime forme di comunicazione attraverso la scrittura, incontrando anche le tecnologie digitali e i nuovi media 

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

ACQUISIZIONE ED ESPANSIONE DEL LESSICO RICETTIVO E PRODUTTIVO

 

 

Il bambino:

  • usa la lingua italiana, arricchisce e precisa il proprio lessico, comprende parole e discorsi, fa ipotesi sui significati. 

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Estendere ed arricchire il lessico attraverso giochi di parole…;
  • sperimentare l’uso creativo delle parole, attraverso rime, filastrocche, drammatizzazioni, ecc.

 

Anni tre

  • ampliamento del lessico attraverso l’ascolto di filastrocche e canzoncine

Anni quattro

  • acquisizione ed espansione del lessico attraverso l’invenzione di piccole storie e drammatizzazioni

Anni cinque

  • arricchisce il proprio lessico attraverso giochi di parole
  • comprende parole e discorsi
  • sperimenta l’uso creativo delle parole attraverso rime, filastrocche e drammatizzazioni

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

ELEMENTI DI GRAMMATICA ESPLICITA E RIFLESSIONI SUGLI USI DELLA LINGUA

Il bambino:

  • ragiona sulla lingua, scopre la presenza di lingue diverse, riconosce e sperimenta la pluralità dei linguaggi, si misura con la creatività e la fantasia.

 

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Promuovere la padronanza della lingua italiana;
  • familiarizzare con lingue diverse, confrontandole con la propria.

Anni tre

  • primi approcci della lingua parlata

Anni quattro

  • promuove la padronanza della lingua

Anni cinque

  • ragiona sulla lingua
  • scopre la presenza di lingue diverse
  • riconosce e sperimenta la pluralità dei linguaggi


Scuola Primaria

NUCLEO TEMATICO

 SCUOLA PRIMARIA

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

ASCOLTO E PARLATO

 

L’allievo:

  • partecipa a scambi comunicativi con compagni e insegnanti rispettando il turno e formulando messaggi chiari e pertinenti, in un registro il più possibile adeguato alla situazione;
  • ascolta e comprende testi orali «diretti» o «trasmessi» dai media cogliendone il senso, le informazioni principali e lo scopo.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Esprimere esperienze vissute, sentimenti, emozioni coerenti e coese;
  • comprendere ed eseguire comandi, messaggi dell’insegnante;
  • inserirsi in una conversazione adoperando un linguaggio chiaro e pertinente;
  • essere consapevole delle proprie emozioni e saperle comunicare;
  • saper raccontare un’esperienza vissuta dando informazioni chiare e cronologicamente ordinate;
  • saper argomentare il proprio punto di vista esprimendo le proprie motivazioni;
  • usare un linguaggio creativo associando, traslando i significati, manipolando il valore semantico di parole e frasi;
  • ipotizzare, prevedere, essere capace di problem finding e problem solving.

Classe Prima

  •  Ascolto ed esecuzione delle consegne date
  • Conversazioni rispettando la turnazione di parola
  • Ascolto, comprensione e drammatizzazione di semplici racconti e filastrocche
  • Verbalizzazioni di esperienze
  • Giochi di parole

Classe Seconda

  • Ascolto ed esecuzione delle consegne date
  • Conversazioni rispettando la turnazione di parola
  • Ascolto, comprensione e drammatizzazione di brevi racconti
  • Verbalizzazioni di esperienze seguendo schemi precisi e ordinati
  • Giochi di parole

Classe Terza

  • Ascolto, comprensione e riesposizione di brani
  • Racconto di storie vissute o ascoltate
  • Esposizione di informazioni apprese seguendo semplici schemi, mappe…
  • Turnazione e pertinenza negli scambi comunicativi
  • Istruzioni chiare ed efficaci da dare a se stesso e ai compagni per svolgere un’attività

Classe Quarta

  • Ascolto, comprensione e riesposizione di brani
  • Racconto di storie vissute o ascoltate
  • Esposizione di informazioni apprese seguendo schemi, mappe…
  • Turnazione e pertinenza negli scambi comunicativi
  • Semplici argomentazioni per sostenere le proprie idee

Classe Quinta

  • Situazioni comunicative orali in contesti sia abituali sia inusuali
  • Conversazioni su argomenti di esperienza diretta o di studio o proposti dai media
  • Riformulazione in modo sintetico e organizzato di messaggi provenienti da fonti diverse
  • Comunicazioni ordinate e logiche di esperienze adeguate ai diversi contesti
  • Argomentazioni per sostenere le proprie idee
  • Uso di registri linguistici diversi
  • Uso di schemi e mappe nella rielaborazione di informazioni

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

LETTURA

 

L’allievo:

  • legge e comprende testi di vario tipo, continui e non continui, ne individua il senso globale e le informazioni principali, utilizzando strategie di lettura adeguate agli scopi;
  • legge testi di vario genere facenti parte della letteratura per l’infanzia, sia a voce alta sia in lettura silenziosa e autonoma e formula su di essi giudizi personali;
  • utilizza abilità funzionali allo studio: individua nei testi scritti informazioni utili per l’apprendimento di un argomento dato e le mette in relazione; le sintetizza, in funzione anche dell’esposizione orale; acquisisce un primo nucleo di terminologia specifica.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Leggere testi di vario genere con correttezza strumentale, fluidità ed espressività utilizzando varie tecniche di lettura (silenziosa, alta voce, ecc.);
  • ipotizzare il contenuto del brano puntando attenzione ai vari indizi;
  • cogliere le informazioni, lo scopo principale di un testo di varie tipologie;
  • comprendere il testo utilizzando mappe, linee del tempo;
  • smontare un testo;
  • manipolare un testo letto parafrasandolo, sintetizzandolo;
  • comprendere un testo a livello referenziale e inferenziale.

Classe Prima

  • Discriminazione figura/sfondo
  • Riconoscimento di uguaglianze e differenze
  • Orientamento spazio/temporale
  • Riconoscimento e discriminazione del fonema e lettura dei fonemi, dei gruppi consonantici più complessi, di parole, di semplici frasi anche con il supporto di immagini
  • Lettura e comprensione di varie e semplici tipologie testuali

Classe Seconda

  • Lettura corretta
  • Lettura e comprensione di varie e semplici tipologie testuali
  • Lettura e riconoscimento della struttura fondamentale di una storia
  • Lettura e comprensione di immagini con relative didascalie

Classe Terza

  • Lettura corretta, fluida ed espressiva di varie tipologie testuali
  • Uso di varie modalità di lettura
  • Analisi della struttura testuale
  • Comprensione e riesposizione di un testo letto

Classe Quarta

  • Lettura corretta, fluida ed espressiva di varie tipologie testuali
  • Uso di varie modalità di lettura
  • Analisi della struttura testuale
  • Comprensione e riesposizione di un testo letto
  • Uso degli elementi extratestuali per la comprensione del testo
  • Lettura e confronto di brani di varie tipologie testuali

Classe Quinta

  • Lettura corretta, fluida ed espressiva di varie tipologie testuali
  • Uso di varie modalità di lettura
  • Analisi della struttura testuale
  • Analisi e individuazione delle informazioni contenute nei testi
  • Uso degli elementi extratestuali per la comprensione del testo
  • Sintesi del brano decodificato attraverso la costruzione di schemi, mappe, tabelle, grafici

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

SCRITTURA

 

L’allievo:

  • scrive testi corretti nell’ortografia, chiari e coerenti, legati all’esperienza e alle diverse occasioni di scrittura che la scuola offre;
  • rielabora i testi parafrasandoli, comprendendoli, trasformandoli.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTNUTI

  • Scrivere per comunicare utilizzando enunciati coesi e coerenti;
  • scrivere con correttezza ortografica, morfosintattica, lessicale rispettando la punteggiatura;
  • produrre semplici testi legati alle proprie esperienze;
  • ideare e pianificare, rivedere e autocorreggere il proprio elaborato;
  • organizzare le idee in base a schemi e tracce;
  • scrivere testi di vario genere;
  • realizzare il testo collettivo per relazionare su esperienze e argomenti di studio;
  • usare tecniche per la scrittura creativa;
  • produrre testi anche avvalendosi dei supporti multimediali.

 

Classe Prima

  • Coordinazione oculo-manuale e grafo-motoria
  • Riproduzione di ritmi
  • Uso dei caratteri grafici: stampato, script e corsivo
  • Riproduzione di vocali, consonanti, sillabe, parole, frasi e semplici testi
  • Scrittura di parole e di semplici frasi, corrispondenti alle immagini date
  • Completamento di parole e di frasi
  • Produzione di semplici testi collettivi e individuali

Classe Seconda

  • Scrittura di parole, frasi e didascalie sulla base di immagini
  • Scrittura sotto dettatura e autonoma rispettando le principali convenzioni ortografiche
  • Produzione di semplici testi collettivi e individuali
  • Ricostruzione di un testo seguendo l’ordine logico e temporale

Classe Terza

  • Produzione di testi collettivi e individuali sulla base di strutture compositive definite
  • Ricostruzione di un testo seguendo l’ordine logico e temporale
  • Sintesi di brani letti o ascoltati
  • Completamento di brani
  • Manipolazione testuali

Classe Quarta

  • Pianificazione, stesura e revisione delle produzioni personali
  • Produzione di varie tipologie di testi collettivi e individuali, ortograficamente e morfologicamente corretti
  • Manipolazioni testuali
  • Parafrasi, riassunti, prose…
  • Uso di tecniche espressive

Classe Quinta

  • Pianificazione, stesura e revisione delle produzioni personali
  • Produzione di varie tipologie di testi collettivi e individuali, ortograficamente e morfologicamente corretti
  • Manipolazioni testuali
  • Parafrasi, riassunti, prose…
  • Uso di tecniche espressive

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

ACQUISIZIONE ED ESPANSIONE DEL LESSICO RICETTIVO E PRODUTTIVO

 

L’allievo:

  • capisce e utilizza nell’uso orale e scritto i vocaboli fondamentali e quelli di alto uso;
  • capisce e utilizza i più frequenti termini specifici legati alle discipline di studio;
  • riflette sui testi propri e altrui per cogliere regolarità morfosintattiche e caratteristiche del lessico;
  • riconosce che le diverse scelte linguistiche sono correlate alla varietà di situazioni comunicative.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Comprendere ed utilizzare in modo appropriato il lessico di base;
  • arricchire il patrimonio lessicale attraverso attività comunicative orali, di lettura e di scrittura e attivando la conoscenza delle principali relazioni di significato tra le parole;
  • comprendere che le parole hanno diverse accezioni legate al contesto, anche in senso figurato.

Classe Prima

  • Individuazione della valenza semantica delle parole sulla base del contesto
  • Utilizzo in contesti diversi delle nuove parole acquisite.

Classe Seconda

  • Individuazione della valenza semantica delle parole sulla base del contesto
  • Utilizzo in contesti diversi delle nuove parole acquisite
  • Classificazione e riconoscimento delle relazioni fra significati

Classe Terza

  • Dal contesto al significato di parole non note
  • Utilizzo in contesti diversi delle nuove parole acquisite
  • Uso del dizionario
  • Famiglie di parole

Classe Quarta

  • Uso di strategie diverse per capire il significato di parole non note
  • Riflessione su parole appartenenti a determinati campi lessicali
  • Uso del lessico specifico delle discipline
  • Uso del dizionario

Classe Quinta

  • Manipolazione dei significati
  • Ipotesi sul significato di vocaboli, espressioni e modi di dire, linguaggi figurati (figure retoriche)
  • Uso del lessico specifico delle discipline
  • Uso del dizionario

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

ELEMENTI DI GRAMMATICA ESPLICITA E RIFLESSIONI SUGLI USI DELLA LINGUA

 

L’allievo:

  • è consapevole che nella comunicazione sono usate varietà diverse di lingua e lingue differenti;
  • padroneggia e applica in situazioni diverse le conoscenze fondamentali relative all’organizzazione logico-sintattica della frase semplice, alle parti del discorso e ai principali connettivi.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Comprendere le fondamentali convenzioni ortografiche e servirsi di questa conoscenza per rivedere la propria produzione scritta e correggere eventuali errori;
  • riconoscere in una frase o in un testo le parti del discorso;
  • riconoscere la struttura del nucleo della frase semplice: soggetto, predicato ed espansioni.

Classe Prima

  • Uso delle principali convenzionalità ortografiche
  • Morfologia del nome e concordanza con l’articolo
  • Funzionalità della frase

Classe Seconda

  • Uso delle principali convenzionalità ortografiche
  • Le parti variabili del discorso
  • Espansioni e riduzioni di una frase

Classe Terza

  • Uso delle principali convenzionalità ortografiche
  • Costruzione di frasi come sequenze ordinate, coerenti e coese di parole
  • Le parti variabili del discorso
  • Espansioni e riduzioni di una frase
  • Uso dei principali connettivi temporali e logici

Classe Quarta

  • Uso delle principali convenzionalità ortografiche
  • Le parti variabili del discorso
  • Uso dei principali connettivi temporali e logici
  • Funzione e struttura sintattica della frase

Classe Quinta

  • Uso delle principali convenzionalità ortografiche
  • Le parti del discorso
  • Funzione e struttura sintattica della frase
  • Uso dei principali connettivi temporali e logici
  • Processi di cambiamento, nel tempo e nello spazio, della lingua italiana 

VERIFICHE

  • prove comuni, scritte e orali,  progettate a ‘maglie larghe’ per le verifiche di obiettivi minimi una all’inizio, una al termine del primo quadrimestre e una al termine dell’anno scolastico, per ciascuna classe.
  • prove libere  in itinere, che ogni Docente poi, sulla base del proprio metodo e del contesto in cui si trova ad operare, “personalizzerà” o moltiplicherà liberamente  per  caratterizzare il processo valutativo nel suo aspetto formativo.

Scuola Secondaria di Primo grado

NUCLEO TEMATICO

 SCUOLA SECONDARIA 1° GRADO

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

ASCOLTO E PARLATO

 

 

 

L’allievo:

  • interagisce in modo efficace in diverse situazioni comunicative, attraverso modalità dialogiche sempre rispettose delle idee altrui;
  • matura la consapevolezza che il dialogo ha un grande valore civile e lo utilizza per elaborare opinioni su vari problemi culturali e sociali;
  • usa la comunicazione orale per collaborare con gli altri, ad esempio nella realizzazione di giochi o prodotti, nell’elaborazione di progetti e nella formulazione di giudizi su problemi riguardanti vari ambiti culturali e sociali;
  • ascolta e comprende testi di vario tipo «diretti» e «trasmessi» dai media riconoscendone la fonte, il tema, le informazioni e la loro gerarchia, l’intenzione dell’emittente.
  • espone oralmente all’insegnante e ai compagni argomenti di studio e di ricerca, anche avvalendosi di supporti specifici (schemi, mappe, presentazioni al computer, ecc.).

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Ascoltare testi prodotti da altri riconoscendone la fonte e individuando scopo, argomento, informazioni principali e punto di vista dell’emittente;
  • ascoltare testi applicando tecniche di supporto alla comprensione (prendere appunti e saperli rielaborare, individuare parole-chiave, ecc.);
  • interagire attraverso modalità dialogiche e rispettare le idee degli altri;
  • collaborare con gli altri;
  • formulare giudizi ed elaborare progetti su ambiti culturali e sociali;
  • esporre per informare argomenti di studio, di ricerca anche con supporti specifici;
  • raccontare esperienze personali, ordinandole in modo logico-cronologico, chiaro ed esauriente;
  • descrivere oggetti, luoghi e persone;
  • argomentare la propria tesi con dati pertinenti;
  • ascoltare testi e riconoscere la fonte;
  • controllare il lessico specifico.

Classe Prima

  • Il testo narrativo
  • Il testo espositivo
  • Il testo descrittivo
  • Il testo regolativo
  • Testi misti e non continui 

Classe Seconda

  • Il testo informativo
  • Il testo espressivo-emotivo
  • Testi misti e non continui

Classe Terza

  • Il testo argomentativo
  • Testi misti e non continui

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

LETTURA

 

L’allievo:

  • legge testi letterari di vario tipo (narrativi, poetici, teatrali) e comincia a costruirne un’interpretazione, collaborando con i compagni e gli insegnanti;
  • usa manuali delle discipline o testi divulgativi nelle attività di studio personali e collaborative, per ricercare, raccogliere e rielaborare dati, informazioni e concetti;
  • costruisce sulla base di quanto letto testi o presentazioni con l’utilizzo di strumenti tradizionali e informatici;
  • riconosce e usa termini specialistici in base ai campi di discorso.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Leggere testi di vario genere in modo espressivo e fluido utilizzando le varie tecniche di lettura;
  • ricavare informazioni esplicite ed implicite di vari tipi di testi;
  • leggere testi argomentativi e individuare tesi centrale e argomenti a sostegno valutandone la pertinenza e la validità;
  • confrontare, su uno stesso argomento, informazioni ricavabili da più fonti e riformulare in modo sintetico le informazioni selezionate riorganizzandole in modo personale;
  • leggere testi letterari di vario tipo ed individuarne le caratteristiche;
  • manipolare un testo letto parafrasandolo e sintetizzandolo;
  • individuare l’intenzione comunicativa dell’autore.

 

Classe Prima

  • La favola
  • La fiaba
  • La leggenda, il mito e l’epica
  • Il racconto d’avventura
  • Il fantasy
  • Il testo poetico

Classe Seconda

  • Il racconto del mistero e di fantasmi
  • Il racconto horror
  • Il racconto comico ed umoristico
  • Il racconto giallo
  • Il testo poetico e letterario 

Classe Terza

  • Il racconto fantastico e surreale
  • Il racconto di fantascienza
  • Il romanzo storico e sociale
  • Il romanzo psicologico e di formazione
  • Il testo poetico e letterario

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

 SCRITTURA

 

L’allievo:

  • scrive correttamente testi di diverso tipo (narrativo, descrittivo, espositivo, regolativo, argomentativo) adeguati a situazione, argomento, scopo, destinatario;
  • produce testi multimediali, utilizzando in modo efficace l’accostamento dei linguaggi verbali con quelli iconici e sonori.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Realizzare forme diverse di scrittura creativa, in prosa e in versi;
  • ideare e pianificare, revisionare e autocorreggere il proprio elaborato in vista della stesura definitiva prestando attenzione alla strutturazione armonica del testo;
  • scrivere testi di forma diversa, corretti dal punto di vista morfosintattico, lessicale, ortografico, coerenti e coesi, adeguati allo scopo e al destinatario;
  • scrivere testi di vario genere: narrativi, descrittivi, regolativi, espositivi, argomentativi, poetici;
  • scrivere sintesi anche sotto forma di schemi in vista di scopi specifici;
  • manipolare un testo parafrasandolo;
  • utilizzare una citazione per avvalorare una propria tesi;
  • utilizzare la videoscrittura;
  • realizzare forme diverse di scrittura creativa, in prosa e in versi; scrivere o inventare testi teatrali, anche per un’eventuale drammatizzazione.

Classe Prima

  • Il testo narrativo
  • Il testo descrittivo
  • Il testo regolativo
  • Il testo espositivo

Classe Seconda

  • Il testo espressivo-emotivo: lettera personale, diario, autobiografia.

Classe Terza

  • Il testo argomentativo. 

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

ACQUISIZIONE ED ESPANSIONE DEL LESSICO RICETTIVO E PRODUTTIVO

 

L’allievo:

  • comprende e usa in modo appropriato le parole del vocabolario di base (fondamentale; di alto uso; di alta disponibilità);
  • adatta opportunamente i registri formale e informale in base alla situazione comunicativa e agli interlocutori, realizzando scelte adeguate.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Ampliare il proprio patrimonio lessicale, così da comprendere e usare le parole del vocabolario di base, anche in accezioni diverse;
  • comprendere ed usare parole in senso figurato;
  • realizzare scelte lessicali adeguate in base alla situazione comunicativa, agli interlocutori e al tipo di testo;
  • utilizzare la propria conoscenza delle relazioni di significato fra le parole e dei meccanismi di formazione delle parole per comprendere parole non note all’interno di un testo;
  • riconoscere le principali relazioni fra significati delle parole (sinonimia, opposizione, omonimia, polisemia).

Classe Prima

  • Utilizzo del dizionario
  • Sinonimi e contrari
  • Giochi di parole, zeppe, ecc. 

Classe Seconda

  • Famiglie di parole
  • Campi semantici
  • L’evoluzione della lingua italiana 

Classe Terza

  • Parole crociate
  • Approfondimento del lessico poetico e letterario.

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

ELEMENTI DI GRAMMATICA ESPLICITA E RIFLESSIONI SUGLI USI DELLA LINGUA

 

L’allievo:

  • riconosce il rapporto tra varietà linguistiche/lingue diverse e il loro uso nello spazio geografico, sociale e comunicativo;
  • padroneggia e applica in situazioni diverse le conoscenze fondamentali relative al lessico, alla morfologia, all’organizzazione logico-sintattica della frase semplice e complessa, ai connettivi testuali;
  • utilizza le conoscenze metalinguistiche per comprendere con maggior precisione i significati dei testi e per correggere i propri scritti.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Riflettere sui propri errori ortografici, segnalati dall’insegnante, allo scopo di imparare ad autocorreggerli nella produzione scritta;
  • riconoscere i connettivi sintattici e testuali, i segni di interpunzione e la loro funzione specifica;
  • riconoscere in un testo le parti del discorso e i loro tratti grammaticali;
  • riconoscere l’organizzazione logico-sintattica della frase semplice;
  • riconoscere la struttura e la gerarchia logico-sintattica della frase complessa.

Classe Prima

  • La fonologia.
  • La morfologia: articolo, nome, aggettivo, pronome, verbo, avverbio, preposizioni, congiunzioni, interiezioni. 

Classe Seconda

  • La sintassi della frase semplice: attributo, apposizione, soggetto, predicato, i complementi diretti e indiretti. 

Classe Terza

  • La sintassi del periodo: la proposizione principale, coordinata e subordinata.

Storia

  

Scuola dell'Infanzia

NUCLEO TEMATICO

 SCUOLA DELL’INFANZIA

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

USO DEI DOCUMENTI,

ORGANIZZAZIONE DELLE INFORMAZIONI, STRUMENTI CONCETTUALI, PRODUZIONE SCRITTA E/O ORALE

 

 

Il bambino:

  • sa di avere una storia personale e familiare, conosce le tradizioni di famiglia, della comunità e le mette a confronto con altre;
  • ricava e organizza informazioni avvalendosi di una o più fonti anche attraverso la lettura di immagini.
  • si orienta nelle prime generalizzazioni di passato, futuro;
  • sa collocare le azioni quotidiane nel tempo della giornata e della settimana
  • utilizza delle categorie temporali, confronta storie;
  • riconosce e analizza azioni in base a successione, durata, contemporaneità
  • utilizza un linguaggio specifico (ricostruzione della propria storia e dell’albero genealogico familiare). 

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Collocare correttamente se stesso, oggetti e persone nel tempo conosciuto.
  • Ordinare fatti ed eventi personali e ambientali raccontati o letti attraverso immagini anche digitali o racconti.
  • Comprendere alcune categorie temporali (successione, contemporaneità, ieri, oggi, domani, passato, presente, futuro), Ciclo (giorno/notte, settimane, mesi, stagioni, anni).
  • Esprimersi utilizzando i connettivi temporali e il linguaggio specifico.

 

 

Anni tre

  • Sviluppare il senso dell’identità personale
  • Sa di avere una storia personale e familiare
  • Riconoscere oggetti personali
  • Conoscere le azioni quotidiane (routines scolastiche)
  • Ordinare le azioni di prassi quotidiana attraverso l’uso del mezzo iconico
  • Seguire la drammatizzazione di storia con successioni

Anni quattro

  • Conoscere le tradizioni di famiglia e della comunità mettendole a confronto
  • Collocare sé stesso nel tempo conosciuto
  • Collocare le azioni quotidiane dell’intera giornata (mattina e sera)
  • Ordinare fatti ed eventi personali
  • Utilizzare le categorie temporali

Anni cinque

  • Narrare e ricostruire la propria storia personale attraverso la lettura di immagini
  • Collocare correttamente sé stesso, oggetti e persone nel tempo conosciuto
  • Organizzare le azioni quotidiane
  • Sapersi orientare con ieri-domani
  • Collocare azioni quotidiane nel tempo della giornata e della settimana
  • Ordinare fatti ed eventi personali e ambientali raccontati o letti attraverso l’uso di immagini anche digitali
  • Utilizzare delle categorie temporali e confrontare storie
  • Riconoscere e analizzare azioni in base a successione, durata e contemporaneità


Scuola Primaria

NUCLEO TEMATICO

 SCUOLA PRIMARIA

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

USO DEI DOCUMENTI

 

L’allievo:

  • riconosce elementi significativi del passato del suo ambiente di vita;
  • riconosce ed esplora in modo via via più approfondito le tracce storiche presenti nel territorio e comprende l’importanza del patrimonio artistico e culturale.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

Contenuti

  • Ricavare informazioni da documenti di diversa natura utili alla comprensione di un fenomeno storico;
  • saper riconoscere i segni e le testimonianze del passato presenti sul territorio vissuto.

 

 

Classe prima:

  • Analisi oggetti personali
  • Individuare aspetti nel passato del bambino da ricostruire
  • Riflettere sui cambiamenti personali nel tempo

Classe seconda:

  • Trasformazioni e permanenze nell’ambiente vissuto
  • Il tempo dei genitori e quello dei nonni
  • La vita al tempo dei nonni
  • Conoscere e classificare le fonti storiche
  • Ricostruire la storia personale attraverso l’uso delle fonti

Classe terza:

  • Fonti materiali, iconografiche, orali e scritte
  • Scavo stratigrafico
  • Ricognizioni dei siti archeologici terrestri e subacquei
  • Gli studiosi che aiutano lo storico

Classe quarta:

  • Analisi di documenti scritti, siti archeologici e i più famosi reperti significativi per la comprensione di una civiltà
  • Ricerche sulle testimonianze del nostro territorio inerenti il periodo storico analizzato

Classe quinta:

  • Analisi dei principali monumenti e testimonianze scritte della civiltà romana
  • Tracce storiche dei Piceni e dei Romani sul territorio

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

ORGANIZZAZIONE DELLE INFORMAZIONI

 

L’allievo:

  • usa la linea del tempo per organizzare informazioni, conoscenze, periodi e individuare successioni, contemporaneità, durate, periodizzazioni;
  • usa le carte geo-storiche, anche con l’ausilio di strumenti informatici;
  • individua le relazioni tra gruppi umani e contesti spaziali

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

Contenuti

  • Conoscere e confrontare i quadri di antiche civiltà;
  • usare carte storico-geografiche per rappresentare le conoscenze studiate.

 

Classe terza:

  • Leggere atlanti storici per conoscere la diffusione dell’uomo preistorico nelle varie fasi della sua evoluzione

Classe quarta:

  •  Analisi e conoscenza degli aspetti economici, religiosi, politici, architettonici e artistici delle antiche civiltà mediterranee: Sumeri, Assiri, Babilonesi, Egizi, Indiani, Cinesi, Fenici, Ebrei; Cretesi, Minoici, Micenei e Greci.
  • Leggere atlanti storici per conoscere la collocazione geografica e la diffusione delle antiche civiltà del Mediterraneo

Classe quinta:

  • Analisi degli aspetti economici, politici, religiosi, architettonici e artistici delle civiltà italiche, preromane e della civiltà romana
  • Analisi di atlanti storici per individuare la collocazione delle varie civiltà italiche e la nascita e l’espansione dell’impero romano

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

STRUMENTI CONCETTUALI

 

 

L’allievo:

  • organizza le informazioni e le conoscenze, tematizzando e usando le concettualizzazioni pertinenti.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Usare la cronologia storica secondo la periodizzazione occidentale;
  • elaborare rappresentazioni sintetiche delle società studiate mettendo in rilievo le relazioni tra elementi caratterizzanti.

Classe prima:

  • Le categorie temporali
  • Il concetto di tempo come successione
  • Gli indicatori temporali
  • Il tempo come durata
  • I momenti della giornata tipo
  • I giorni della settimana
  • La successione dei mesi
  • Il concetto di periodo

Classe Seconda:

  • Successione, durata, contemporaneità
  • Il tempo lungo e breve
  • L’orologio: ore e minuti

Classe Terza:

  • Macro scansione temporale della nascita dell’universo e della Terra
  • Le Ere Geologiche
  • Definizione cronologica dei diversi stadi evolutivi dell’uomo nel Paleolitico e nel Neolitico

Casse Quarta:

  • Definizione cronologica della nascita e dell’estinzione delle civiltà mediterranee mettendo a confronto le caratteristiche salienti di ciascuna

Classe Quinta:

  • Definizione cronologica della nascita e dell’estinzione delle civiltà italiche mettendo a confronto le principali caratteristiche di ognuna
  • Definizione cronologica della nascita, espansione e declino della civiltà romana
  • Confronto degli aspetti socio-economici, politici e religiosi della civiltà romana con le civiltà barbare incluse nei confini dell’impero

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

PRODUZIONE SCRITTA E/O ORALE

 

L’allievo:

  • comprende i testi storici proposti e sa individuarne le caratteristiche;
  • comprende avvenimenti, fatti e fenomeni delle società e civiltà che hanno caratterizzato la storia dell’umanità dal Paleolitico alla fine del Mondo Antico con possibilità di apertura e di confronto con la contemporaneità;
  • comprende aspetti fondamentali del passato dell’Italia dal Paleolitico alla fine dell’Impero Romano d’Occidente, con possibilità di apertura e di confronto con la contemporaneità.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Ricavare informazioni da grafici, tabelle, carte storiche, reperti iconografici e consultare testi di genere diverso, manualistici e non;
  • elaborare in forma di racconto orale e scritto, gli argomenti studiati;
  • esporre con coerenza conoscenze e concetti appresi usando il linguaggio specifico della disciplina. 

Classe Prima:

  • Reperire ed analizzare foto di nonni e bisnonni, della propria scuola e del territorio vissuto evidenziando analogie e differenze con la realtà attuale
  • Esporre oralmente le osservazioni dedotte utilizzando il linguaggio specifico

Classe Seconda:

  • Ricerca di documenti anagrafici e di archivio sul nucleo familiare, sulla scuola, sul territorio confrontandoli con quelli attuali
  • Esporre oralmente le osservazioni dedotte utilizzando il linguaggio specifico

Classe Terza:

  • Leggere carte storiche e grafici che evidenzino l’espansione dell’uomo preistorico nelle sue tappe evolutive
  • Ricavare informazioni sul vissuto dell’uomo preistorico dalla lettura di pitture rupestri
  • Rielaborare oralmente quanto dedotto dalla lettura di carte storiche e grafici utilizzando il linguaggio specifico

Classe Quarta:

  • Leggere carte storiche e grafici che evidenzino l’espansione delle civiltà mediterranee
  • Ricavare informazioni sui diversi aspetti della civiltà da pitture e incisioni conservatisi
  • Rielaborare oralmente quanto dedotto dalla lettura di carte storiche, grafici e dai documenti iconografici utilizzando il linguaggio specifico

Classe Quinta:

  • Leggere carte storiche e grafici che evidenzino l’espansione delle civiltà italiche, preromane e romane
  • Ricavare informazioni sui diversi aspetti della civiltà da pitture e incisioni conservatisi
  • Rielaborare oralmente quanto dedotto dalla lettura di carte storiche, grafici e dai documenti iconografici utilizzando il linguaggio specifico

Scuola Secondaria di Primo grado

NUCLEO TEMATICO

 SCUOLA SECONDARIA 1° GRADO

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

USO DEI DOCUMENTI

 

 

 

L’allievo:

  •  ricava ed organizza informazioni da una o più fonti anche mediante l’uso di risorse digitali.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Confrontare e interrogare fonti documentarie inerenti lo stesso problema, riconoscendone diversità e somiglianze;
  • usare fonti di diverso tipo (documentarie, iconografiche, narrative, materiali, orali, digitali, ecc. ) per produrre conoscenze su temi definiti.

Classe Prima

  • Fonti orali
  • Fonti scritte
  • Fonti materiali
  • Fonti iconografiche

Classe Seconda

  • Fonti narrative
  • Fonti scritte
  • Fonti materiali
  • Fonti iconografiche

Classe Terza

  • Fonti documentarie
  • Fonti digitali

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

ORGANIZZAZIONE DELLE INFORMAZIONI

 

L’allievo:

  • usa le conoscenze e le abilità per orientarsi nella complessità del presente, comprende opinioni e culture diverse, capisce i problemi fondamentali del mondo contemporaneo.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Selezionare e organizzare le informazioni e le conoscenze studiate con mappe, schemi, tabelle, grafici e risorse digitali;
  • collocare la storia locale in relazione con la storia italiana, europea, mondiale;
  • formulare e verificare ipotesi sulla base delle informazioni prodotte e delle conoscenze elaborate.

Classe Prima

  • L’età medievale

Classe Seconda

  • L’età moderna

Classe Terza

  • L’età contemporanea

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

 

STRUMENTI CONCETTUALI

 

L’allievo:

  • conosce aspetti fondamentali della storia europea medievale, moderna e contemporanea;
  • comprende testi storici e li sa rielaborare;
  • conosce aspetti del patrimonio culturale italiano e dell’umanità e li sa mettere in relazione con i fenomeni storici studiati.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Comprendere aspetti e strutture dei processi storici italiani, europei e mondiali;
  • usare le conoscenze apprese per comprendere problemi ecologici, interculturali e di convivenza civile;
  • usare il passato per rendere comprensibile il presente ed essere consapevole che domande relative al futuro trovano la loro radice nella conoscenza del passato.

Classe Prima

  •  Dalla caduta dell’Impero romano d’Occidente alla nascita delle monarchie nazionali

Classe Seconda

  • Dalle scoperte geografiche al Risorgimento italiano

Classe Terza

  • Dall’Unità d’Italia fino ai giorni nostri

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

PRODUZIONE SCRITTA E/O ORALE

 

L’allievo:

  • produce informazioni storiche con fonti di vario genere, anche digitali e le sa organizzare in testi;
  •  espone oralmente e con scritture, anche digitali, le conoscenze storiche acquisite operando collegamenti e argomentando le proprie riflessioni;
  • utilizza per comunicare termini specifici del linguaggio disciplinare

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Produrre testi, utilizzando conoscenze selezionate da fonti di informazioni diverse, manualistiche e non, cartacee e digitali;
  • argomentare su conoscenze e concetti appresi usando il linguaggio specifico della disciplina.

Classe Prima

  • Dalla caduta dell’Impero romano d’Occidente alla nascita delle monarchie nazionali

Classe Seconda

  • Dalle scoperte geografiche al Risorgimento italiano 

Classe Terza

  • Dall’Unità d’Italia fino ai giorni nostr

Geografia

   

Scuola dell'Infanzia

NUCLEO TEMATICO

SCUOLA DELL’INFANZIA 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

ORIENTAMENTO, LINGUAGGIO DELLA

GEOGRAFICITÀ, PAESAGGIO

 

Il bambino:

  • si orienta nello spazio circostante utilizzando riferimenti topologici;
  • si muove nello spazio su indicazione.
  • utilizza mappe, grafici, tabelle ed istogrammi ed esegue percorsi;
  • verbalizza le osservazioni e le esperienze vissute con proprietà di linguaggio.
  • osserva gli ambienti e i fenomeni naturali, sulla base di criteri o ipotesi, con attenzione e sistematicità dando spiegazioni e fornendo soluzioni anche attraverso l’approccio senso - percettivo. 

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Comprendere le relazioni topologiche usando gli indicatori appropriati;
  • superare il proprio punto di vista;
  • effettuare spostamenti nello spazio su indicazione;
  • progettare e realizzare spostamenti e percorsi;
  • osservare e confrontare elementi naturali ed artificiali individuandone la funzione;
  • riconoscere memorizzare e riprodurre spazi ed ambienti in cui vive, individuandone anche la funzione;
  • usare una tabella semplice a due entrate;
  • compiere rilevazioni statistiche e descrivere mediante rappresentazioni grafiche schematiche;
  • problematizzare la realtà, classificando, confrontando, mettendo in relazione elementi e fenomeni naturali.

 

Anni tre

  • Orientarsi nell’ambiente scolastico usando i sensi
  • Muoversi nello spazio su imitazione
  • Esplorare
  • Porre domande
  • Chiedere spiegazioni
  • Conoscere spazi e ambienti in cui vive

Anni quattro

  • Iniziare ad utilizzare un linguaggio specifico
  • Sviluppare concetti topologici
  • Muoversi nello spazio su indicazione
  • Eseguire movimenti e percorsi
  • Osservare e riconoscere elementi naturali e artificiali
  • Conoscere elementi naturali e artificiali

Anni cinque

  • Esprimersi utilizzando connettivi temporali anche attraverso le rappresentazioni temporali
  • Sviluppare la lateralità
  • Organizzare i movimenti in modo consapevole
  • Progettare spostamenti e percorsi
  • Osservare ambienti e fenomeni naturali sulla base di criteri o ipotesi, con attenzione e sistematicità dando spiegazioni e fornendo soluzioni anche attraverso l’approccio senso-percettivo
  • Osservare e confrontare elementi naturali ed artificiali individuandone la funzione
  • riconoscere , memorizzare e riprodurre spazi ed ambienti in cui vivere
  • usare una tabella semplice a due entrate
  • compiere rilevazioni statistiche e descrivere mediante rappresentazioni grafiche e schematiche
  • problematizzare la realtà classificando , confrontando, mettendo in relazione elementi e fenomeni naturali

Suola Primaria

NUCLEO TEMATICO

 SCUOLA PRIMARIA

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

ORIENTAMENTO

 

 

L’allievo:

  • si orienta nello spazio circostante e sulle carte geografiche, utilizzando riferimenti topologici e punti cardinali.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Orientarsi con i punti cardinali e anche in relazione al Sole;
  • estendere le proprie carte mentali al territorio italiano, attraverso gli strumenti dell’osservazione indiretta (filmati e fotografie, documenti cartografici, immagini da telerilevamento, elaborazioni digitali, ecc.) 

Classe Prima

  • Riconoscimento della propria posizione e quella degli oggetti nello spazio vissuto rispetto a diversi punti di riferimento (giochi di movimento;
  • conoscenza dello spazio dell'aula;
  • esecuzione di percorsi e rappresentazione degli stessi;
  • utilizzo di schede strutturate e semistrutturate).

Classe Seconda

  • Localizzazione di elementi nel reticolo geografico seguendo coordinate cartografiche: individuazione e posizionamento di oggetti nello stesso.
  • Percorsi e piano di evacuazione. Lettura, interpretazione e realizzazione di percorsi guidati attraverso rappresentazioni convenzionali.
  • Rappresentazione cartografica: simboli e legenda.

Classe Terza

  • Orientamento nello spazio: i punti cardinali.

Classe Quarta

  • Coordinate geografiche.

Classe Quinta

  • Orientamento nello spazio e sulla carta geografica utilizzando i punti cardinali.

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

LINGUAGGIO DELLA GEOGRAFICITA’

L’allievo:

  • utilizza il linguaggio della geograficità per interpretare carte geografiche e globo terrestre, realizzare semplici schizzi cartografici e carte tematiche, progettare semplici percorsi e itinerari di viaggio;
  • ricava informazioni geografiche da una pluralità di fonti (cartografiche e satellitari, tecnologiche digitali, fotografiche, artistico-letterarie).

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Analizzare i principali caratteri fisici del territorio, fatti e fenomeni locali e globali, interpretando carte geografiche, carte tematiche, grafici, elaborazioni digitali, repertori statistici relativi a indicatori socio-demografici ed economici;
  • localizzare sulla carta geografica dell’Italia le regioni fisiche, storiche e amministrative; localizzare sul planisfero e sul globo la posizione dell’Italia in Europa e nel Mondo.

 

Classe Prima

  • Rappresentazioni grafiche in pianta di spazi vissuti e percorsi anche utilizzando una simbologia non convenzionale (costruzione di percorsi e verbalizzazione degli stessi a livello orale e/o scritto; rappresentazione di spazi conosciuti: casa, scuola ecc.; riduzione ed ingrandimenti e uso di simboli grafici.
  • Lo spazio e le sue funzioni.

Classe Seconda

  • Concetto di spazio: spazio aperto e chiuso.
  • Individuazione e riconoscimento della funzione degli spazi vissuti, le loro relazioni e rappresentazioni. Classificazioni degli arredi e delle strutture.
  • Osservazione e descrizione di oggetti da più punti di vista. Confronto tra lo spazio reale dell'aula e le sue diverse rappresentazoni (fotografie, disegni, cartografia), rappresentazione grafica dello spazio e simbologia.
  • Percorsi e piano di evacuazione. Lettura, interpretazione e realizzazione di percorsi guidati attraverso rappresentazioni convenzionali. Rappresentazione cartografica: simboli e legenda.

Classe Terza

  • Il linguaggio, gli strumenti e il lavoro del geografo.
  • Brain storming su parole chiave della geografia.
  • Rilevazione e rappresentazione degli elementi principali di un territorio.
  • Lettura e rappresentazioni cartografiche con l' utilizzo di legende e punti cardinali.
  • Riduzione in scala.
  • Uso del linguaggio specifico della disciplina.

Classe Quarta

  • Diversi tipi di carte, grafici e tabelle.
  • Costruzione di grafici e tabelle in base ai dati raccolti.
  • Riduzioni in scala
  • Acquisizione di un personale metodo di studio

Classe Quinta

  • Ampliamento delle proprie carte mentali al territorio italiano, all'Europa, attraverso gli strumenti dell'osservazione indiretta (filmati e fotografie, documenti, cartografici, immagini da telerilevamento, elaborazioni digitali, ecc.)
  • Gli elementi costitutivi della cartografia.
  • Lettura di testi, grafci, tabelle, ecc. e uso del web.
  • Uso di un linguaggio specifico consultando e/o costruendo un glossario di termini geografici specifici.

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

PAESAGGIO

L’allievo:

  • riconosce e denomina i principali elementi geografici fisici (fiumi, monti, pianure, coste, colline, laghi, mari, oceani, ecc …);
  • individua gli elementi che caratterizzano i paesaggi (di montagna, collina, pianura, vulcanici, ecc.) con particolare attenzione a quelli italiani.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Conoscere gli elementi che caratterizzano i principali paesaggi italiani individuando le analogie e le differenze (anche in relazione ai quadri socio-storici del passato) e gli elementi di particolare valore ambientale e culturale da tutelare e valorizzare.

Classe Prima

  • Lo spazio e le sue funzioni.
  • Rappresentazioni iconico grafiche di spazi vissuti
  • Classe Seconda
  • Elementi caratterizzanti il paesaggio: elementi fisici e antropici; fissi e mobili.
  • I principali ambienti: mare, montagna, collina e pianura. Interventi dell'uomo nella trasformazione del paesaggio.

Classe Terza

  • Rilevazione e rappresentazione degli elementi principali di un territorio.
  • Rilevazione degli elementi fisici e antropici e possibili trasformazioni degli elementi naturali.
  • La morfologia e l'origine dei rilievi. Flora, fauna, attività umane.
  • I paesaggi fluviali, lacustri e costieri. Rapporto tra risorse e attività umane.
  • L'origine delle pianure e le trasformazioni nel tempo.
  • Gli elementi e le zone funzionali. I servizi, le attività e i problemi.

Classe Quarta

  • Paesaggi/ambienti italiani.
  • I principali elementi e fattori che caratterizzano il clima.
  • Fasce climatiche terrestri e relativi ambienti. I climi in Italia.
  • Elementi caratteristici del paesaggio alpino, appenninico, padano e costiero dell'Italia, confrontando immagini, rappresentazioni grafiche e carte tematiche. Le diverse attività attraverso cui l'uomo produce ricchezza. Mappe concettuali sui settori economici.
  • Aree protette. Problemi ambientali. Patrimonio culturale. Normativa.
  • Acquisizione di un personale metodo di studio.

Classe Quinta

  • Elementi fisici ed antropici del sistema territoriale italiano, inserito nel contesto dell'Europa e del mondo.
  • Le regioni amministrative d'Italia nei loro essenziali tratti morfologici, climatici, storici, sociali, liguistici, artistico-architettonici.

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

REGIONE E SISTEMA TERRITORIALE

L’allievo:

  • si rende conto delle progressive trasformazioni operate dall’uomo sul paesaggio naturale;
  • sa considerare che lo spazio geografico è un sistema territoriale, costituito da elementi fisici e antropici legati da rapporti di connessione e/o interdipendenza.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Acquisire il concetto di regione geografica (fisica, climatica, storicoculturale, amministrativa) e utilizzarlo a partire dal contesto italiano; -individuare problemi relativi alla tutela e valorizzazione del patrimonio naturale e culturale, proponendo soluzioni idonee nel proprio contesto di vita.

Classe Quinta

  • Elementi fisici ed antropici del sistema territoriale italiano, inserito nel contesto dell'Europa e del mondo.
  • La Costituzione italiana.
  • L'organizzazione dello Stato.
  • Gli Enti Locali.
  • L'economia italiana: settore primario, secondario e terziario.
  • Trasporti e comunicazioni.
  • Organizzazioni internazionali.
  • Le regioni amministrative d'Italia nei loro essenziali tratti morfologici, climatici, storici, sociali, linguistici, artistico-architettonici.
  • Indagini sulle principali problematiche ambientali dell’Italia attraverso letture di varie fonti (riflessioni e discussioni sull’intervento dell’uomo e della natura). 

verifiche:

Classi prima e seconda: nella fase iniziale dell'anno scolastico, si somministrano delle prove d'ingresso per accertare le conoscenze e le abilità.

Le verifiche successive si baseranno sull'osservazione sistematica, su prove strutturate e a livello orale. Numero di prove 2 per quadrimestre.

Classe terza: nella fase iniziale dell'anno scolastico, si somministrano delle prove d'ingresso per accertare le conoscenze e le abilità. Le verifiche successive si baseranno su prove strutturate, interrogazioni orali con uso appropriato del linguaggio e a livello orale. Lettura di cartine geografiche diverse per contenuto e scala. Numero di prove scritte 2 per quadrimestre e orali.

Classi quarta e quinta: nella fase iniziale dell'anno scolastico, si somministrano delle prove d'ingresso per accertare le conoscenze e le abilità.

Le verifiche successive verranno strutturate o semi strutturate con modelli diversi (scelta multipla, close e domande aperte). Interrogazioni orali con uso appropriato del linguaggio. Prove orali e numero 2 di prove scritte per quadrimestre.


Scuola secondaria di primo grado

NUCLEO TEMATICO

 SCUOLA SECONDARIA 1° GRADO 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

ORIENTAMENTO

 

 

 

L’allievo:

  • si orienta nello spazio e sulle carte di diversa scala in base ai punti cardinali e alle coordinate geografiche;
  • sa orientare una carta geografica a grande scala facendo ricorso a punti di riferimento fissi.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Orientarsi sulle carte e orientare le carte a grande scala, in base ai punti cardinali e ai punti di riferimento fissi;
  • orientarsi nelle realtà territoriali lontane, anche attraverso l’utilizzo dei programmi multimediali di visualizzazione dall’alto.

Classe Prima

  • Carte geografiche (fisiche e politiche)
  • Mappe
  • Carte tematiche

Classe Seconda

  • Carte geografiche (fisiche e politiche)
  • Mappe
  • Carte tematiche

Classe Terza

  • Carte geografiche (fisiche e politiche)
  • Mappe
  • Carte tematiche 

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

LINGUAGGIO DELLA 

GEOGRAFICITÀ

 

L’allievo:

  • utilizza opportunamente carte geografiche, foto attuali, elaborazioni digitali, grafici, dati statistici per comunicare efficacemente informazioni spaziali.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Leggere e interpretare vari tipi di carte geografiche (da quella topografica al planisfero) utilizzando scale di riduzione, coordinate geografiche e simbologia;
  • utilizzare strumenti diversi (carte, grafici, dati statistici, immagini …) per comprendere e comunicare fatti e fenomeni territoriali.

Classe Prima

  • L’Italia, una penisola dell’Europa

Classe Seconda

  • L’Europa

Classe Terza

  • I continenti

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

PAESAGGIO

L’allievo:

  • riconosce nei paesaggi italiani, europei e mondiali, gli elementi fisici significativi e le emergenze storiche, artistiche ed architettoniche come patrimonio naturale e culturale da tutelare e valorizzare.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Interpretare e confrontare alcuni caratteri dei paesaggi italiani, europei e mondiali, anche in relazione alla loro evoluzione nel tempo;
  • conoscere temi e problemi del paesaggio, intervenendo in modo creativo e critico sullambiente.

Classe Prima

  • Le forme del territorio 

Classe Seconda

  • Le forme del territorio europeo 

Classe Terza

  • Le forme del territorio dei continenti

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

REGIONE E SISTEMA TERRITORIALE

L’allievo:

  • osserva, legge e analizza sistemi territoriali vicini e lontani nello spazio e nel tempo e valuta gli effetti delle azioni delluomo sui sistemi territoriali alle diverse scale geografiche

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Consolidare il concetto di regione geografica (fisica, climatica, storica, economica), applicandolo a tutti i continenti;
  • analizzare in termini di spazio, le interrelazioni tra fatti e fenomeni demografici, sociali ed economici di portata nazionale, europea e mondiale;
  • utilizzare modelli interpretativi per comprendere i tratti peculiari delle aree di povertà, analizzando e mettendo in relazione i fattori che le hanno determinate

Classe Prima

  • Climi e ambienti naturali
  • La popolazione europea
  • Gli spazi abitati
  • Le attività economiche 

Classe Seconda

  • Climi e ambienti naturali europei
  • La geografia antropica

Classe Terza

  • Climi e ambienti naturali extraeuropei
  • La geografia economica

Inglese

   

Scuola dell'Infanzia

NUCLEO TEMATICO

SCUOLA DELL’INFANZIA

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

Comprensione e produzione orale

Il bambino:

  • comprende parole e brevi frasi;
  • arricchisce il proprio lessico.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Ascoltare una lingua diversa e associare i suoi suoni ai contenuti espressi in forma orale.

Anni tre

  • ascoltare semplici canzoni

Anni quattro

  • familiarizzare con il lessico riferito ai numeri, animali e colori

Anni cinque

  • consolidare ed ampliare la conoscenza del lessico ( animali, colori, numeri, oggetti, parti del corpo, ecc..)

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

Comprensione e produzione scritta

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Comprendere e utilizzare correttamente semplici parole.

Anni tre

  • ascoltare semplici canzoni

Anni quattro

  • familiarizzare con il lessico riferito ai numeri, animali e colori

Anni cinque

  • consolidare ed ampliare la conoscenza del lessico ( animali, colori, numeri, oggetti, parti del corpo, ecc..)

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

Cultura

Il bambino:

  • conosce cenni di tradizioni di altre culture.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Confrontarsi e porre domande sulle diversità culturali.

Anni tre

  • ascoltare semplici canzoni

Anni quattro

  • familiarizzare con il lessico riferito ai numeri, animali e colori

Anni cinque

  •  consolidare ed ampliare la conoscenza del lessico ( animali, colori, numeri, oggetti, parti del corpo, ecc..)

Scuola Primaria

NUCLEO TEMATICO

 SCUOLA PRIMARIA

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

Comprensione e produzione orale

 

 

L’allievo:

  • Comprende brevi messaggi orali relativi ad ambiti familiari.
  • Descrive oralmente, in modo semplice, aspetti del proprio vissuto e del proprio ambiente ed elementi che si riferiscono a bisogni immediati.
  • Interagisce nel gioco; comunica in modo comprensibile, anche con espressioni e frasi memorizzate, in scambi di informazioni semplici e di routine.
  • Svolge i compiti secondo le indicazioni date in lingua straniera dall’insegnante, chiedendo eventualmente spiegazioni.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Comprendere istruzioni, espressioni e frasi di uso quotidiano pronunciate chiaramente e lentamente;
  • identificare il tema generale di un discorso che verte su argomenti noti;
  • interagire in scambi dialogici e esprimersi in modo comprensibile utilizzando frasi adatte al contesto comunicativo.

Classe Prima

  • Forme di saluto;
  • i numeri cardinali da 0 a 10;
  • lessico relativo ai colori;
  • nomi di alcuni giocattoli;
  • nomi di alcuni capi di abbigliamento;
  • animali domestici e della fattoria;
  • parti del viso e del corpo;
  • frasi interrogative (What’s your name? /How are you?/ How old are you? / What colour is…? / What is it? / )
  • esprimere preferenze con I like / I don’t like.

Classe Seconda

  • Numeri da 0 a 20;
  • lessico relativo agli oggetti scolastici e agli arredi dell’aula;
  • la posizione di oggetti nello spazio (in, on, under); giocattoli;
  • forme geometriche;
  • Frasi interrogative (What’s your name? /How are you?/ How old are you? / What colour is…? / What is it? / ) ;
  • esprimere preferenze con I like / I don’t like;
  • cibi e bevande;
  • l’alfabeto;
  • alcuni aggettivi (big, small, old, new, happy, sad);
  • uso di To Have.

Classe Terza

  • le nazionalità ;
  • l’alfabeto e lo spelling;
  • il verbo To be;
  • Frasi interrogative (What’s your name? /How are you?/ How old are you? / What colour is…? / What is it? / Who is…? ) ;
  • lessico relativo alla descrizione fisica di persone ed oggetti;
  • gli aggettivi;
  • animali della fattoria e dello zoo;
  • plurali regolari ed irregolari;
  • i componenti della famiglia;
  • il verbo ‘To have’;
  • le stanze di una casa, gli arredi e gli oggetti;
  • la frutta;
  • uso di ‘There is / There are / how many’;
  • le parti del corpo;
  • numeri da 0 a 50.

Classe Quarta

  • indumenti invernali;
  • pronomi dimostrativi;
  • frasi interrogative (What’s your name? /How are you?/ How old are you? / What colour is…? / What is it? / Who is…? What is it? / What are you wearing?);
  • i mesi e compleanni;
  • le stagioni;
  • la famiglia;
  • l’ambiente scuola –le materie scolastiche;
  • personaggi famosi;
  • i pasti;
  • l’ambiente città;
  • le direzioni;
  • gli animali;
  • laboratorio di drammatizzazione;
  • laboratorio di informatica.

Classe Quinta

  • I nomi delle stanze di una casa, gli arredi e gli oggetti;
  • frasi interrogative (What’s your name? /How are you?/ How old are you? / What colour is…? / What is it? / Who is…? What is it? / What are you wearing? Where do you live? How muchi is it?) ;
  • posizione di oggetti e persone;
  • i numeri fino a mille;
  • i nomi di alcuni mestieri;
  • le professioni;
  • le monete;
  • negozi;
  • indicazioni per raggiungere un determinato luogo;
  • uso del present continuous;
  • uso di ‘can’;
  • il tempo atmosferico;
  • uso del passato.

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

Comprensione e produzione scritta

L’allievo:

  • comprende brevi messaggi scritti relativi ad ambiti familiari;
  • descrive per iscritto, in modo semplice, aspetti del proprio vissuto e del proprio ambiente, ed elementi che si riferiscono a bisogni immediati.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI e Funzioni Comunicative

  • Comprendere brevi testi, accompagnati da supporti visivi, cogliendo parole e frasi già acquisite a livello orale;
  • produrre messaggi semplici, finalizzati ad un preciso scopo comunicativo.

Classe Prima

  • Forme di saluto;
  • i numeri cardinali da 0 a 10;
  • lessico relativo ai colori;
  • nomi di alcuni giocattoli;
  • nomi di alcuni capi di abbigliamento;
  • animali domestici e della fattoria;
  • parti del viso e del corpo;
  • frasi interrogative (What’s your name? /How are you?/ How old are you? / What colour is…? / What is it? / )
  • esprimere preferenze con I like / I don’t like.

Classe Seconda

  • Numeri da 0 a 20;
  • lessico relativo agli oggetti scolastici e agli arredi dell’aula;
  • la posizione di oggetti nello spazio (in, on, under);
  • giocattoli;
  • forme geometriche;
  • frasi interrogative (What’s your name? /How are you?/ How old are you? / What colour is…? / What is it? / ) ;
  • esprimere preferenze con I like / I don’t like;
  • cibi e bevande;
  • l’alfabeto;
  • alcuni aggettivi (big, small, old, new, happy, sad);
  • uso di To Have.

Classe Terza

  • le nazionalità ;
  • l’alfabeto e lo spelling;
  • il verbo To be;
  • frasi interrogative (What’s your name? /How are you?/ How old are you? / What colour is…? / What is it? / Who is…? ) ;
  • lessico relativo alla descrizione fisica di persone ed oggetti;
  • gli aggettivi;
  • animali della fattoria e dello zoo;
  • plurali regolari ed irregolari;
  • i componenti della famiglia;
  • il verbo ‘To have’;
  • le stanze di una casa, gli arredi e gli oggetti;
  • la frutta;
  • uso di ‘There is / There are / how many’;
  • le parti del corpo;
  • numeri da 0 a 50.

Classe Quarta

  • indumenti invernali;
  • pronomi dimostrativi;
  • frasi interrogative (What’s your name? /How are you?/ How old are you? / What colour is…? / What is it? / Who is…? What is it? / What are you wearing? ) ;
  • i mesi e compleanni;
  • le stagioni;
  • la famiglia;
  • l’ambiente scuola –le materie scolastiche;
  • personaggi famosi;
  • i pasti;
  • l’ambiente città;
  • le direzioni;
  • gli animali;
  • laboratorio di drammatizzazione;
  • laboratorio di informatica.

Classe Quinta

  • i nomi delle stanze di una casa, gli arredi e gli oggetti;
  • frasi interrogative (What’s your name? /How are you?/ How old are you? / What colour is…? / What is it? / Who is…? What is it? / What are you wearing? Where do you live? How muchi is it?) ;
  • posizione di oggetti e persone;
  • i numeri fino a mille;
  • i nomi di alcuni mestieri;
  • le professioni;
  • le monete;
  • negozi;
  • indicazioni per raggiungere un determinato luogo;
  • uso del present continuous;
  • uso di ‘can’;
  • il tempo atmosferico;
  • uso del passato.

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

Cultura

L’allievo:

  •  conosce cenni di tradizioni di altre culture;
  •  si confronta e pone domande sulle diversità culturali.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Sviluppa atteggiamenti di interesse e apertura verso altre culture
  • Legge e comprende brevi testi relativi alle usanze dei paesi anglofoni

Per ogni anno di corso saranno introdotti elementi di civiltà anglosassone (festività, ricorrenze, espressioni augurali, aspetti geografici, the Union Jack…) con approfondimenti adeguati all’età degli alunn

*I contenuti sono da riferirsi alla programmazione globale delle rispettive classi relativamente ai testi adottati.

VERIFICHE DEGLI APPRENDIMENTI

Si concorda di effettuare una verifica di ingresso, una intermedia alla fine del primo quadrimestre e una al termine dell’anno scolastico.


Scuola Secondaria di Primo grado

NUCLEO TEMATICO

 SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

Comprensione e produzione orale

L’allievo:

  • comprende oralmente i punti essenziali di messaggi chiari in lingua standard su argomenti familiari e non;
  • discorre con uno o più interlocutori raccontando esperienze riguardanti il proprio vissuto. 

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Comprendere i punti essenziali di messaggi vari ed articolati e cogliere informazioni esplicite ed implicite.
  • Interagire in varie situazioni personali e non esprimendo le proprie opinioni.

 

Funzione comunicativa

Classe 1^

Presentarsi e salutare - Chiedere e dare informazioni personali - Chiedere e dire l’ora - Parlare di dove si trovano le stanze di una casa - Parlare di date - Chiedere e dare suggerimenti - Chiedere e dare informazioni personali - Parlare di azioni abituali - Parlare della frequenza delle azioni - Comperare capi di abbigliamento

Classe 2^

Chiedere e dare informazioni personali - Parlare di azioni abituali - Chiedere e dire quello che qualcuno sta facendo - Chiedere e parlare di attività quotidian- Parlare di ciò che piace e non piace - Esprimere possesso - Parlare di luoghi in città - Parlare di personaggi famosi del passato - Parlare di viaggi e luoghi famosi - Parlare di azioni svolte nel passato - Parlare di animali - Parlare dei compagni di scuola - Parlare di hobbies ed interessi - Parlare di intenzioni future - Fare delle proposte e rispondere - Parlare di eventi futuri programmati - Parlare di obblighi e regole - Chiedere e dare il permesso - Ordinare da mangiare e bere - Fare inviti e rispondere - Parlare di programmi televisivi - Parlare di mezzi di trasporto - Dare e chiedere indicazioni stradali - Dare e ricevere istruzioni - Parlare di obblighi - Parlare della propria scuola - Descrivere le persone - Motivare azioni

Classe 3^

Chiedere e dare informazioni personali - Chiedere che cosa sta accadendo - parlare di intenzioni future - Parlare di eventi futuri programmati – Shopping - Parlare di eventi avvenuti nel passato - Parlare di ciò che sapevi e non sapevi fare da piccolo - Parlare di quanto stava accadendo in un determinato momento nel passato - Confrontare passato e presente - Parlare di abbigliamento - acquistare vestiti - parlare del cinema - acquistare biglietti per il cinema - fare domande per indovinare personaggi e oggetti - Parlare di eventi appena successi - Parlare di esperienze passate - parlare di eventi passati ancora in svolgimento - Parlare dei libri preferiti - Fare previsioni sul futuro - Offrirsi di fare qualcosa e rammentare di fare qualcosa - Parlare di ambizioni future - Parlare di lavori che ti piacerebbe fare - Descrivere le persone - Parlare di situazioni usando il periodo ipotetico - Parlare di situazioni usando when e will - Chiedere il permesso 

Lessico

Classe 1^

Nomi di paesi e nazionalità - I saluti - La famiglia - I numeri cardinali -

Le ore, i giorni, i mesi e le stagioni -Le stanze della casa - I mobili - Gli oggetti personali - Gli animali domestici - I numeri ordinali - La routine quotidiana - Le materie scolastiche - Le attività del tempo libero - Gli sport - L’abbigliamento - I prezzi

Classe 2^

Attività quotidiane del tempo libero e sport, cibi e bevande, negozi e luoghi pubblici, materie scolastiche – Professioni - date - aggettivi qualificativi - indicatori temporali – animali – hobby - Attività del tempo libero - Generi musicali - programmi televisivi - Mezzi di trasporto -

Luoghi pubblici – vestiti - aggettivi di personalità - termini geografici

Classe 3^

Luoghi in città - il denaro - Attività del tempo libero - Verbi di azione - preposizioni di moto - strumenti musicali - Vestiti, modelli e stili - generi cinematografici - forme e materiali - Verbi per attività sportive - Mezzi di trasporto – viaggi - generi letterari - Tecnologia - mobili ed arredamento - professioni - Aggettivi per descrivere la personalità - cibi bevande - verbi per cucinare - Phrasal verbs - Luoghi in cui si pratica sport - malattie comuni - Aggettivi seguiti da preposizioni – Materiali - termini geografici

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

Comprensione e produzione scritta

  • Legge e comprende testi di vario tipo anche con lessico specifico attinente a contenuti di studio di altre discipline;
  • descrive in varie forme testuali esperienze e avvenimenti, speranze ed ambizioni; espone brevemente ragioni e dà spiegazioni di opinioni e progetti;
  • affronta situazioni nuove elaborando i propri messaggi in base alle regole linguistiche e alle convenzioni comunicative che ha interiorizzato;
  • individua, spiega e confronta le differenze culturali veicolate dalla lingua materna e dalle lingue straniere;
  • riconosce i propri errori, autovaluta le competenze acquisite ed è consapevole del proprio modo di apprendere.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Comprendere i punti essenziali di testi vari ed articolati e cogliere informazioni esplicite ed implicite;
  • usare le strutture e funzioni linguistiche apprese;
  • produrre testi autonomi e personali.

 

Grammatica

Classe 1^

Pronomi personali soggetto - Be (present simple) tutte le forme risposte brevi - Aggettivi possessivi - Le parole interrogative: what, who,where… - Aggettivi e pronomi dimostrativi - Le preposizioni di luogo - Il plurale dei sostantivi - There is - there are tutte le forme e le risposte brevi - Some / any - Have got (present simple) tutte le forme - Il genitive sassone - Present simple tutte le forme risposte brevi - Le preposizioni di tempo: on, in, at - Avverbi di frequenza - Pronomi complemento - Love-like-hate + nome / pronome complemento - Can (ability) tutte le forme e risposte brevi - Degrees of ability – Imperativo - Why / because - Present continuous tutte le forme e le risposte brevi

Classe 2^

Ripasso del Present simple e continuous - Verbi seguiti dalla forma in -ing: love, like, enjoy, - don’t mind, don’t like, hate - Avverbi di frequenza - Interrogativo con “whose” - Pronomi possessivi - Numerabili/ non numerabili: some/any, much, many, a lot of - Past simple di be, dei verbi regolari e irregolari: forme affermativa, negativa, interrogativa e risposte

Brevi - How+aggettivo - Comparativi e superlativi anche irregolari - Futuro con be going to Let’s+infinito - What shall we do? - Why don’t we? - What about? - Present continous per eventi futuri programmati Must/mustn’t, can Would you like? / can I? - Would ( invito/offerta) -How do you get to? - How long does it take? - By + mezzo - Can you tell me? - preposizione di luogo - avverbi di modo - Have to - What...like? - infinito di scopo

Classe 3^

Present simple e Present continuous (ripasso) - Futuro con be going to:

forme affermativa, negativa, interrogativa e risposte brevi - Present continous per eventi futuri programmati - Past simple verbi regolari ed irregolari (ripasso) - One/ones - Could/c’Couldn’t (abilità) - Tutte le forme Past continous - tutte le forme When, While - Used to tutte le forme

Too, e not...enough - Pronomi relativi (restrittivi): Who, which, where -

Pronomi indefiniti - Present perfect simple, just-already- yet- ever-never - Present perfect simple con For- since - Will /won’t futuro semplice per fare previsioni, per fare promesse e decisioni - Will/won’t, be going to e present continuous per esprimere futuro - Periodo ipotetico di tipo zero - Periodo ipotetico di primo tipo (if) - Periodo ipotetico con when, May per fare previsioni - Must/mustn’t, have to/don’t have to per esprimere dovere e proibizione - should/shouldn’t per dare consigli - Periodo ipotetico di secondo tipo would e might - Forma passiva (presente e passato) tutte le forme - Discorso indiretto al presente - domande indirette con if e interrogativi (wh-) 

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

Cultura

L’allievo:

  • dimostra apertura e interesse verso la cultura di altri popoli.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Descrivere aspetti culturali significativi della civiltà nella dimensione sociale-storico-geografica e letteraria.

Civiltà e CLIL 

Classi 1^ - 2^ - 3^

  • I contenuti saranno individuati dagli insegnanti in base agli argomenti interdisciplinari scelti dal Consiglio di classe o in base agli interessi degli alunni

VERIFICHE

Si effettueranno, a quadrimestre, almeno 2 prove orali e 3 prove scritte in cui saranno verificate: la comprensione scritta, la produzione scritta e la conoscenza e l’uso delle strutture e funzioni linguistiche.

La programmazione potrà essere personalizzata per gli alunni con BES in base alle reali potenzialità degli stessi e la valutazione sarà riferita agli obiettivi previsti dal PDP.

Seconda lingua straniera

   

Scuola Secondaria di Primo grado

Seconda lingua straniera - Francese

NUCLEO

TEMATICO

 SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

RICEZIONE ORALE

 

 

L’allievo:

  • comprende oralmente i punti essenziali di messaggi chiari in lingua standard su argomenti familiari e non;
  • legge e comprende testi di vario tipo anche con lessico specifico attinente a contenuti di studio di altre discipline;
  • descrive in varie forme testuali esperienze e avvenimenti, speranze ed ambizioni; espone brevemente ragioni e dà spiegazioni di opinioni e progetti; 

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Comprendere il significato globale di semplici messaggi ed informazioni esplicite.
  • Comprendere il significato globale di messaggi vari e informazioni specifiche.
  • Comprendere i punti essenziali di messaggi vari e articolati e cogliere informazioni esplicite e implicite

Funzioni comunicative

Classe 1^

  • Salutare -Chiedere e dire il nome - Chiedere e dire l’indirizzo - Parlare della famiglia - Descrivere fisicamente una persona - Descrivere caratterialmente una persona - Parlare della provenienza -Descrivere un oggetto e saperlo localizzare - Identificare persone - Identificare oggetti - Descrivere una giornata - Parlare di azioni abituali - Esprimere gusti, preferenze e stati d’animo.

Classe 2^

  • Comprendere un itinerario - Comprendere un documento sull’alimentazione - Comprendere un testo frazionato e rimetterlo in ordine - Comprendere una ricetta - Chiedere e dare informazioni su ciò che piace e non piace - Parlare di azioni abituali

Classe 3^

  • Parler du temps qu’il fait -Parler de l’avenir -Exprimer une hypothèse
  • Raconter un événement passé - Parler de ses vacances -Ecrire un mail et décrire une journée - Communiquer dans un magasin -Exprimer la comparaison -Decrire une personne -Dire comment on se sent -Decrire l’habillement -Comprendre un article de journal -Répondre à une lettre
  • Faire des achats - Parler de sa santé - Raconter des événements passés
  • Communiquer par telephone - Exprimer un désir, un souhait -Exprimer une hypothèse, une condition - Comprendre et écrire un article de journal parlant de faits divers - Comprendre un texte descriptif -Rédiger une lettre, un blog

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

RICEZIONE SCRITTA

L’allievo:

  • affronta situazioni nuove elaborando i propri messaggi in base alle regole linguistiche e alle convenzioni comunicative che ha interiorizzato;
  • individua, spiega e confronta le differenze culturali veicolate dalla lingua materna e dalle lingue straniere;
  • riconosce i propri errori, autovaluta le competenze acquisite ed è consapevole del proprio modo di apprendere. 

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Comprendere il significato globale di semplici testi e di informazioni esplicite.
  • Comprendere il significato globale di testi vari e informazioni specifiche.
  • Comprendere il significato globale di testi vari e articolati e cogliere informazioni esplicite e implicite.

Civiltà

Classe 1^ - 2^ - 3^

  • Gli argomenti saranno individuati dagli insegnanti in base agli argomenti disciplinari scelti dal Consiglio di classe o in base agli interessi degli alunni

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

PRODUZIONE ORALE

L’allievo:

  • discorre con uno o più interlocutori raccontando esperienze riguardanti il proprio vissuto.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Leggere con pronuncia ed intonazione accettabili.
  • Interagire in semplici situazioni comunicative e descrivere situazioni personali.
  • Interagire in varie situazioni comunicative e descrivere situazioni personali.
  • Descrivere aspetti culturali significativi della cultura e della civiltà francofone nella dimensione sociale, storico-geografica e letteraria.

 

 

Lessico

Classe 1^

  • Titoli di cortesia - I saluti - Il corpo umano - Aggettivi per descrivere il carattere - I numeri - La data - Paesi e nazionalità - La famiglia - L’albero genealogico - La scuola e la classe - Le materie scolastiche - L’orario scolastico - Il materiale scolastico - I giorni della settimana e i mesi dell’anno - I colori - Gli animali - Gli sports - Oggetti di uso comune - Gli stati d’animo - Le azioni quotidiane

Classe 2^

  • La città, i servizi - Le espressioni di luogo - I negozi - I commercianti - Gli alimenti - Dove mangiare - Cosa ordinare al ristorante - I pasti - L’emploi du temps - L’école, la classe, les cours - La famille 

Classe 3^

  • Parler du temps qu’il fait - Parler de l’avenir - Exprimer une hypothèse - Raconter un événement passé - Parler de ses vacances - Ecrire un mail et décrire une journée - Communiquer dans un magasin - Exprimer la comparaison - Decrire une personne - Dire comment on se sent -Decrire l’habillement - Comprendre un article de journal - Répondre à une lettre - Faire des achats - Parler de sa santé - Raconter des événements passés - Communiquer par telephone - Exprimer un désir, un souhait - Exprimer une hypothèse, une condition - Comprendre et écrire un article de journal parlant de faits divers - Comprendre un texte descriptif - Rédiger une lettre, un blog 

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

PRODUZIONE SCRITTA

L’allievo:

  • affronta situazioni nuove elaborando i propri messaggi in base alle regole linguistiche e alle convenzioni comunicative che ha interiorizzato;
  • individua, spiega e confronta le differenze culturali veicolate dalla lingua materna e dalle lingue straniere;
  • riconosce i propri errori, autovaluta le competenze acquisite ed è consapevole del proprio modo di apprendere;
  • dimostra apertura e interesse verso la cultura di altri popoli. 

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Usare le strutture e funzioni linguistiche apprese.
  • Produrre semplici testi.
  • Produrre testi autonomi e personali. 

 

Grammatica

Classe 1^

Pronomi personali soggetto - Gli articoli determinativi e indeterminativi

Le preposizioni semplici - Gli ausiliari etre e avoir(indicativo presente e imperativo) - Formazione del femminile degli aggettivi - Formazione del plurale di nomi e aggettivi - I verbi del 1° gruppo in er - Il modo imperativo - La forma negativa- Gli aggettivi possessivi - Le 3 forme interrogative - La forma interro-negativa - Verbi prendre, écrire, faire, préférer, commencer, apprendre, satisfaire al presente indicativo e all’imperativo.

Classe 2^

Le preposizioni articolate - Il pronome “y” - I pronomi dopo le preposizioni L’articolo partitivo - La quantità - Le domande qu’est-ce que…?quoi

Qui est-ce qui…? Qui? - Où? Quand? Pourquoi? Combien? - Il pronome “en”

La negazione: ne…rien, ne…plus, - ne…jamais - Uso di aussi/ non plus

Presente indicativo e imperativo di aller e venir - Verbi manger e boire

I verbi del secondo gruppo - Gli aggettivi dimostrativi - Il comparativo

I pronomi personali complemento oggetto le, la, les -Plurali irregolari

Gli indicatori di tempo depuis, pendant, dans , il y a - I pronomi personali complemento indiretto - I verbi vouloir, pouvoir,, devoir - Il passato prossimo con l’ausiliare avoir - Il passato prossimo di etre e avoir

Classe 3^

Le futur de l’indicatif - Le futur proche - Les adjectifs interrogatifs - Les pronoms compléments (COD et COI) - Les pronoms personnels complements et le passé compose - L’hypothèse sur le future - Les prepositions et les noms de pays - Beau/nouveau/vieux - Les verbes impersonnels - Les verbes dire et lire - Le passé compose avec Etre - Des futurs irréguliers - Les adjectifs et les pronoms démonstratifs - Les pronoms interrogatifs - Les comparatifs irréguliers - Le superlative - L’interrogation indirecte - L’impératif avec les pronoms personnels complements - Les pronoms relatifs qui et que - Les verbes payer, essayer - Partir,sortir, mettre - Le futur proche/ le présent progressif/le passé récent - Les indicateurs de temps - Les pronoms relatifs qui, que, dont, où - La preposition par - Le participe passé avec avoir -

L’imparfait - Le conditionnel présent - La mise en rélief

VERIFICHE

Si effettueranno, a quadrimestre, 2 prove scritte e una orale in cui saranno verificate: la comprensione scritta, la produzione scritta, la conoscenza e l’uso delle strutture grammaticali  e delle funzioni linguistiche, la conoscenza degli argomenti di cultura e civiltà trattati.

 La programmazione potrà essere personalizzata per gli alunni con BES in base alle reali potenzialità degli stessi e la valutazione sarà riferita agli obiettivi indicati nel PDP.


Seconda lingua straniera - Spagnolo

NUCLEO TEMATICO

 SCUOLA SECONDARIA I GRADO

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

COMPRENSIONE E PRODUZIONE ORALE

 

 

 

L’allievo:

  • comprende oralmente i punti essenziali di messaggi chiari in lingua standard su argomenti familiari e non;
  • discorre con uno o più interlocutori raccontando esperienze riguardanti il proprio vissuto.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Comprendere i punti essenziali di testi e messaggi vari; cogliere informazioni esplicite ed implicite.
  • Usare le strutture e funzioni linguistiche apprese
  • Produrre brevi testi personali
  • Interagire in varie situazioni personali esprimendo le proprie opinioni

 

Funzioni comunicative

Classe 1^

  • Salutare in modo formale e informale - presentarsi e presentare -
  • Congedarsi - rivolgersi a altre persone -chiedere e dire l’età - chiedere e dire la nazionalità -chiedere e dire l’indirizzo - parlare della famiglia - descrivere fisicamente una persona - descrivere un oggetto e saperlo localizzare - fare gli auguri - chiedere e dire l’ora - chiedere e dire che giorno è - descrivere una giornata - esprimere gusti, preferenze e stati d’animo - descrivere il carattere di una persona - parlare del tempo atmosferico.

Classe 2^

  •  Comprare in un negozio - chiedere e dire un prezzo - esprimere il valore di un oggetto - invitare e accettare o rifiutare un invito – telefonare - chiedere e dire il numero di telefono - parlare di un passato recente - parlare di avvenimenti della propria vita conclusi nel passato - esprimere sensazioni fisiche - richiamare l’attenzione di qualcuno - chiedere e dare indicazioni stradali - localizzare un oggetto nello spazio -collocare nel tempo - parlare di abitudini nel passato - consigliare, proibire, esprimere obbligo e mancanza di obbligo - esprimere progetti e piani futuri - proporre attività, accettare o rifiutare - dare un appuntamento

Classe 3^

  • Chiedere e dare un’opinione - mostrare accordo o disaccordo - scusarsi - raccontare eventi passati - esprimere gusti, interessi e preferenze - parlare di hobbies personali - fare previsioni e pronostici - ordinare in un bar o in un ristorante - offrire e invitare - chiedere oggetti,
  • esprimere desideri personali - chiedere permesso, concederlo, rifiutarlo - valutare - esprimere un’opinione personale su argomenti, persone e controbattere - chiedere e dare aiuto - dare ordini.

Lessico 

Classe 1^

  • I numeri da 1-100 - giorni della settimana e i mesi dell’anno - nazioni e nazionalità - colori - la famiglia - il vestiario - la casa e la stanza da letto - azioni quotidiane - carattere e personalità - stati d’animo - numeri a partire da 100 - le stagioni e il tempo atmosferico

Classe 2^

  • I negozi - gli alimenti - le attività del tempo libero - gli sport - il corpo umano - le malattie e cure - la città e l’urbanesimo - gli animali - la natura - le professioni.

Classe 3^

  • Le vacanze e i viaggi - i mezzi di trasporto - il cinema e la musica - il ristorante - la caffetteria - il computer e le nuove tecnologie.

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

COMPRENSIONE E PRODUZIONE SCRITTA

L’allievo:

  • legge e comprende testi di vario tipo anche con lessico specifico attinente a contenuti di studio di altre discipline;
  • descrive in varie forme testuali esperienze e avvenimenti, speranze ed ambizioni; espone brevemente ragioni e dà spiegazioni di opinioni e progetti;
  • affronta situazioni nuove elaborando i propri messaggi in base alle regole linguistiche e alle convenzioni comunicative che ha interiorizzato;
  • individua, spiega e confronta le differenze culturali veicolate dalla lingua materna e dalle lingue straniere;
  • riconosce i propri errori, autovaluta le competenze acquisite ed è consapevole del proprio modo di apprendere.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Legge e comprende testi di vario tipo.
  • Descrive esperienze e avvenimenti personali, speranze ed ambizioni; esprime brevemente opinioni e progetti.
  • L’alunno affronta situazioni nuove elaborando i propri messaggi in base alle regole linguistiche e alle convenzioni comunicative che ha interiorizzato.
  • Individua le differenze culturali veicolate dalla lingua materna e dalle lingue straniere.
  • Riconosce i propri errori, autovaluta le competenze acquisite ed è consapevole del proprio modo di apprendere.
  • Comprendere i punti essenziali di testi vari e cogliere informazioni esplicite ed implicite.
  • Usare le strutture e funzioni linguistiche apprese
  • Produrre testi personali 

Funzioni grammaticali

Classe 1^

  • Pronomi personali soggetto singolari e plurali - sostantivi (genere e numero) - gli aggettivi (genere e numero) - gli articoli determinativi/indeterminativi - Indicativo presente dei verbi ser, estar, llamarse, tener e dei verbi regolari della prima coniugazione - le preposizioni a, de , en e le contrazioni al e del - Indicativo presente dei verbi regolari della seconda e terza coniugazione - indicativo presente dei verbi con irregolarità vocalica (dittongazione:e→ie e variazione vocalica. e→i) - aggettivi possessivi - i dimostrativi (pronomi e aggettivi) - i dimostrativi neutri - gli interrogativi quién, cuál, qué, para qué, de qué - i numeri ordinali(1˚-10˚) - contrasto hay/estar - gli avverbi di luogo - indicativo presente dei verbi riflessivi - indicativo presente dei verbi con irregolarità alla prima persona singolare - indicativo presente dei verbi irregolari saber, ir, conocer, venir - indicativo presente dei verbi con irregolarità vocalica (dittongazione:o→ue) - costruzione dei verbi gustar, encantar, interesar, - contrasto verbi setr/estar - i pronomi complemento(diretto e indiretto) - contrasto también/tampoco - contrasto muy/mucho,mucho,as,o,a-bastante,demasiado,poco - le preposizioni por y para.

Classe 2^

  • Ripasso dell’indicativo presente dei verbi irregolari - indicativo presente del verbo dar - le congiunzioni y, o e pero - mucho-a-os-as,bastante-es; estar + gerundio - indicative presente del verbo haber - il participio passato - il pretérito perfecto - que relativo - Pretérito indefinido (forme regolari, irregolari con cambio vocalico) - espressioni temporali al passato - contrasto pretérito perfecto/indefinido - imperativo affermativo - i comparativi - le preposizioni por y para - Il pretérito indefinido irregolare - il pretérito imperfecto - perifrasi per esprimere obblighi:hay que, tener que - perifrasi con infinito e gerundio - espressioni di futuro - por qué e porque - contrasto tra ser e estar

Classe 3^

  • Ripasso del pretérito perfecto e indefinido - contrasto pretérito perfecto e indefinido - todo,-a,-os,-as - ni e uno..otro - futuro semplice - comparativi e i superlativi - le perifrasi verbali - la posizione dei pronomi atoni - condizionale semplice (forme regolari e irregolari) - así,así que, por eso - preposizioni a,de en - desde,hace e desde hace - pretérito imperfecto:contrasto con gli altri tempi verbali del passato - entonces,además,pero, en cambio.

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

CULTURA

L’allievo:

  • dimostra apertura e interesse verso la cultura di altri popoli.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Descrivere aspetti culturali significativi della civiltà nella dimensione sociale-storico-geografica e letteraria

Civiltà

Classe 1^ - 2^ - 3^

  • I contenuti saranno individuati dagli insegnanti in base agli argomenti disciplinari scelti dal Consiglio di classe o in base agli interessi degli alunn

VERIFICHE

Si effettueranno, a quadrimestre, 2 prove scritte e una orale in cui saranno verificate: la comprensione scritta, la produzione scritta, la conoscenza e l’uso delle strutture e funzioni linguistiche.

La programmazione potrà essere personalizzata per gli alunni con BES in base alle reali potenzialità degli stessi e la valutazione sarà riferita agli obiettivi indicati nel PDP.


Seconda lingua straniera - Tedesco

UCLEO TEMATICO

 SCUOLA SECONDARIA DI 1° GRADO

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

COMPRENSIONE E PRODUZIONE ORALE

 

 

 

L’allievo:

 

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Comprendere i punti essenziali di testi e messaggi vari; cogliere informazioni esplicite ed implicite. 
  • Usare le strutture e funzioni linguistiche apprese
  • Produrre brevi testi personali 
  • Interagire in varie situazioni personali esprimendo le proprie opinioni

Classe Prima

Funzioni comunicative

  • Salutare in modo formale e informale,
  • Presentarsi e presentare;
  • Congedarsi;
  • Rivolgersi a altre persone;
  • Chiedere e dire l’età;
  • Chiedere e dire la nazionalità;
  • Chiedere e dire l’indirizzo;
  • Parlare della famiglia;
  • Descrivere fisicamente una persona;
  • Descrivere un oggetto e saperlo localizzare;
  • Fare gli auguri;
  • Chiedere e dire l’ora;
  • Descrivere una giornata;
  • Esprimere gusti, preferenze e stati d’animo;
  • Descrivere il carattere di una persona;
  • Parlare di abitudini alimentari
  • Chiedere e dare indicazioni stradali 

Lessico

  • Numeri da 1-100;
  • Giorni della settimana e i mesi dell’anno;
  • Nazioni e nazionalità;
  • Colori;
  • La famiglia;
  • Il vestiario;
  • La casa e la stanza da letto;
  • Azioni quotidiane;
  • Carattere e personalità;
  • Stati d’animo;
  • Numeri a partire da 100;
  • Stagioni e il tempo atmosferico. 

Classe Seconda

  • Funzioni comunicative
  • Esortare, consigliare, comandare, impartire ordini.
  • Chiedere e dare qualcosa a qualcuno
  • fare, accettare o rifiutare proposte
  • Darsi appuntamento
  • Chiedere e dare informazioni sui cibi
  • Esprimere divieti e permessi
  • Chiedere e dire dove spostare gli oggetti
  • Descrivere la posizione degli oggetti
  • Chiedere e dare spiegazioni, sull'abbigliamento
  • Confrontare prezzi e articoli
  • Parlare del tempo
  • Dire dove si va per il fine settimana
  • Dire che cosa si sa fare
  • Raccontare eventi passati

Lessico

  • Stati d'animo, oggetti nello spazio
  • Alcuni luoghi (Kino, Disko...)
  • Luoghi di incontro (a scuola, in città)
  • Pasti - menù
  • Attività domestiche
  • Oggetti di arredo
  • Capi di abbigliamento, colori, aggettivi relativi abbigliamento
  • Tempo atmosferico, stagioni, mesi
  • Luoghi e attività di vacanze
  • Strumenti musicali e sport
  • Attività quotidiane 

Classe Terza

Funzioni comunicative

  • Descrivere sintomi, fare ipotesi
  • Parlare di computer
  • Dire la data
  • Chiedere e dire se si ha voglia di fare qualcosa. Fare confronti
  • Augurare qualcosa a qualcuno. Parlare di regali.
  •  Esprimere opinioni su fatti, persone, cose
  • Parlare della storia di una città, riconoscere i monumenti di una città, chiedere e dare informazioni sui mezzi pubblici.
  • Parlare di fatti storici, descrivere una persona, raccontare fatti biografici.
  • Parlare di vacanze, fare progetti, parlare di programmi televisivi

Lessico

  • Parti del corpo, medicine, computer
  • Data, messi di trasporto, festività, oggetti regalo
  • Auguri , aggettivi per caratterizzare oggetti, espressioni di tempo
  • Termini legati alla storia del dopo guerra
  • Luoghi di interesse storico e culturale di una città, messi di trasporto, indicazioni stradali
  • Racconto biografico con termini legati alla storia della DDR
  • Termini legati alla storia dell'Olocausto
  • Vacanze: luoghi e attività (ripresa)
  • Professioni e programmi televisivi

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

COMPRENSIONE E PRODUZIONE SCRITTA

 L’allievo:

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Leggere e comprendere testi di vario tipo. 
  • Descrivere esperienze e avvenimenti personali, speranze ed ambizioni; esprime brevemente opinioni e progetti.
  • Affrontare situazioni nuove elaborando i propri messaggi in base alle regole linguistiche e alle convenzioni comunicative che ha interiorizzato.
  • Individuare le differenze culturali veicolate dalla lingua materna e dalle lingue straniere.
  • Riconoscere i propri errori, autovalutare le competenze acquisite ed è consapevole del proprio modo di apprendere
  • Comprendere i punti essenziali di testi vari e cogliere informazioni esplicite ed implicite
  • Usare le strutture e funzioni linguistiche apprese
  • Produrre testi personali

 

Classe Prima

Funzioni Grammaticali

  • Wer? Wie? Singolare dei verbi heissen e sein.
  • Wie alt? Ja, nein, nicht.
  • Pronomi personali singolari (ich. du, er sie)
  • Plurale del verbo sein.
  • Verbo irregolare Sprechen - Woher si risponde con aus. Genitivo Sassone. Impersonale MAN.
  • Verbi irregolari al presente fahren, laufen, reiten.
  • Interrogativa Wie oft? Was?
  • Verbo irregolare moegen e costruzione frase con inversione soggetto/verbo.
  • Articolo determinativo dei tre generi
  • Pronomi personali di terza persona (er/sie/es)
  • Coniugazione verbo haben.
  • Articolo indeterminativo dei tre generi.
  • Introduzione al nominativo ed accusativo.
  • Articolo negativo ai casi nominativo e accusativo. Wie viele?
  • Aggettivi possessivi (mein/meine, dein/deine, sein/seine, Ihr/hre)
  • Coniugazione verbo forte lesen
  • Accusativo: articoli determinativi possessivi, pronomi personali.
  • Verbo finden.
  • Wann? - um... - Wie lange? - von... bis... Ora formale
  • Aggettivi possessivi plurali (nominativo e accusativo)
  • Ora informale: Wie spaet? Um wieviel Uhr?
  • Verbi separabili
  • Wohin? con verbi di movimento gehen.
  • Preposizioni zur/zum/nach Hause
  • Forma di cortesia
  • Verbi separabili e riflessivi (con accusativo)
  • Coniguazione verbi essen, nehmen, moechten.

Classe Seconda

Funzioni Grammaticali

  • Pronomi al dativo Wem?
  • Imperativo singolare e plurale
  • Preposizioni con accusativo: neben, vor hinter
  • Coniugazione verbi geben, koennen. Posizione dei pronomi
  • Verbi modali: muessen, wollen.
  • Wohin? - in + accusativo
  • Wo? - in, an, auf + dativo. Preposizione mit + dativo
  • Es gibt, ja/nein/doch,
  • ich nehme, ich moechte zum Mittagessen/zum Abendessen (ripresa)
  • schmecken + dativo
  • Verbo modale duerfen e helfen
  • Preposizione zu, bei + dativo (stato e moto con le persone)
  • Verbi posizionali di moto: stellen, lege, haengen
  • Preposizioni + accusativo: an, neben, auf, ueber, in, vor, hinter, unter, zwischen.
  • Preposizione + dativo: an, neben, auf, ueber, in, vor, hinter, unter, zwischen.
  • Warum? - Weil... Verbo tragen
  • Welcher, welche, welches - dieser, dieses. Aber/Sondern
  • Alcune forme di comparativo. Verbi kosten e gefallen.
  • Complemento di tempo an, in + dativo
  • Moto a luogo: wohin? - an, in, auf + accusativo
  • Stato in luogo: wo? an, in, auf + dativo
  • Moto a luogo con città e paesi
  • Saper fare: verbo koennen
  • Praeteritum dei verbi ausiliari e modali
  • Perfekt dei verbi deboli e forti
  • Perfekt (ripresa e completamento) 

Classe Terza 

Funzioni Grammaticali

  • Verbo sollen
  • Wehtun + dativo
  • Verbo wissen, subordinata introdotta con dass
  • der Wievielte? aggettvi numerali
  • Womit?
  • Frase infinitiva
  • fuer, ohne + accusativo
  • Comparativo (ripresa)
  • Aggettivo attributivo senza articolo (N/A)
  • Aggettivo attributivo preceduto dall'articolo indeterminativo (N/A)
  • Aggettivo preceduto dall'articolo determinativo (N/A)
  • Complemento di tempo continuato
  • La lettura dell'ano
  • Als
  • Superlativo relativo
  • Aggettivi numerali ordinali + dativo
  • Verbi separaili einsteigen, umsteigen, aussteigen
  • Superlativo relativo dell'avverbio
  • Preposizioni di tempo + dativo
  • pronomi relativi (N)
  • pronomi relativi (A)
  • preposizoni di moto a luogo e stato in luogo (ripresa)
  • Verbo werden
  • Seit + dat
  • Pronome riflessivo dal dativo
  • Hoffentlich

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

CULTURA

L’allievo:

  

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

Descrivere aspetti culturali significativi della civiltà nella dimensione sociale-storico-geografica e letteraria

 

 

 

Classe Prima

Civiltà

I contenuti saranno individuati dagli insegnanti in base agli argomenti disciplinari scelti dal Consiglio di classe o in base agli interessi degli alunni.

Classe Seconda 

Civiltà

I contenuti saranno individuati dagli insegnanti in base agli argomenti disciplinari scelti dal Consiglio di classe o in base agli interessi degli alunni. 

Classe Terza

Civiltà

I contenuti saranno individuati dagli insegnanti in base agli argomenti disciplinari scelti dal Consiglio di classe o in base agli interessi degli alunni.

Si effettueranno, a quadrimestre, almeno tre prove scritte e due orali in cui saranno verificate: la comprensione scritta, la produzione scritta, la conoscenza e l’uso delle strutture e funzioni linguistiche.

La programmazione potrà essere personalizzata per gli alunni con BES in base alle reali potenzialità degli stessi e la valutazione sarà riferita agli obiettivi indicati nel PDP.

Matematica

   

Scuola dell'Infanzia

NUCLEO TEMATICO

 SCUOLA DELL’INFANZIA

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

IL NUMERO

 

 

 

 

Il bambino:

  • è capace di utilizzare quantificatori (uno, tanti, pochi, niente…;
  • si orienta concretamente nel confronto di misure di lunghezza (più lungo, più corto ...);
  • confronta e valuta quantità.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Operare classificazioni raggruppando oggetti in base alla forma, al colore e alla grandezza;
  • contare oggetti accompagnandoli con i gesti dell’indicare;
  • aggiungere e togliere elementi da un insieme.

 

Anni tre

  • quantificare secondo i criteri POCO-TANTO-NIENTE

Anni quattro

  • classificare oggetti in base a criteri comuni
  • contare oggetti

Anni cinque

  • interiorizzare il concetto di quantità, saper contare, misurare e numerare

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

SPAZIO E FIGURE

Il bambino:

  • si orienta nello spazio su indicazioni verbali;
  • colloca nello spazio se stesso, oggetti e persone;
  • riconosce e denomina forme geometriche;
  • riconosce nella realtà oggetti riferibili alle forme geometriche. 

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Eseguire percorsi su indicazioni verbali per raggiungere una meta prefissata;
  • descrivere le forme di oggetti tridimensionali;
  • operare e giocare con materiali strutturati, costruzioni, giochi da tavolo di vario tipo.

Anni tre

  • conoscere ed esplorare lo spazio vissuto

Anni quattro

  • orientarsi negli spazi noti riconoscendo le posizioni in base a connotazioni spaziali

Anni cinque

  • orientarsi nello spazio seguendo indicazioni verbali

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

RELAZIONI, DATI E PREVISIONI

 

 

 

Il bambino:

  • osserva e formula semplici previsioni sullo sviluppo di possibili eventi in una situazione concreta.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Porre domande su fatti ed eventi presentati.

Anni tre, quattro, cinque

  • porre domande su fatti ed eventi del concreto

Scuola Primaria

NUCLEO TEMATICO

SCUOLA PRIMARIA

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

IL NUMERO

 

 

 

 

L’allievo:

  • si muove con sicurezza nel calcolo scritto e mentale con i numeri naturali e sa valutare l’attendibilità del risultato.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Conoscere e mettere a confronto sistemi di numerazione diversi;
  • leggere, scrivere e confrontare i numeri Naturali e decimali;
  • rappresentare graficamente i numeri;
  • eseguire le quattro operazioni e stimare il risultato ottenuto;
  • operare con la frazione come operatore su grandezze e riconoscere frazioni equivalenti.

Classe Prima

  • Valutazione, confronto e conteggio di quantità.
  • Ritmi e regolarità.
  • Il numero naturale nel suo aspetto cardinale e ordinale entro il 20.
  • Confronto e ordinamento fra quantità: maggiore, minore, uguale.
  • Addizioni e sottrazioni entro il 9.
  • Il cambio e la decina.
  • Il valore posizionale delle cifre.
  • Addizioni e sottrazioni entro il 20.
  • Le parole numero: paio, coppia, dozzina, settimana ….

Classe Seconda

  • Costruzione e rappresentazione dei numeri entro il 100 con materiale di recupero, abaco e BAM.
  • Lettura, scrittura, confronto, ordinamento, scomposizioni e composizioni di numeri entro il 100.
  • Valore posizionale, aspetto cardinale e ordinale dei numeri entro il 100.
  • Numerazioni progressive e regressive con operatori diversi.
  • Numeri pari e numeri dispari fino al centinaio.
  • Il centinaio.
  • Composizioni e scomposizioni del 100 (calcoli orali e scritti).
  • Numeri oltre il centinaio.
  • Addizioni e sottrazioni in situazioni reali.
  • Addizioni e sottrazioni senza e con il cambio in riga e in colonna.
  • Alcune semplici proprietà di addizioni e sottrazioni applicate nel calcolo orale e scritto.
  • Addizione e sottrazione come operazioni inverse.
  • Manipolazioni di oggetti reali e loro riproduzione per rappresentare la moltiplicazione.
  • Soluzione concreta di problemi relativi al vissuto del bambino.
  • Rappresentazione della moltiplicazione sulla linea dei numeri, con raggruppamenti e schieramenti.
  • Tabelline e loro memorizzazione.
  • Il doppio e il triplo.
  • Moltiplicazioni in riga e in colonna senza e con il cambio.
  • Il significato di divisione come operazione inversa rispetto alla moltiplicazione.
  • Manipolazioni di oggetti reali e loro riproduzione per rappresentare la divisione.
  • Divisioni esatte e con il resto, in riga e in colonna.
  • La metà e la terza parte.

Classe Terza

  • Numeri e cifre: distinzione.
  • Il Sistema di numerazione e le sue caratteristiche: decimale e posizionale.
  • Lettura, scrittura, confronto, ordinamento, scomposizioni e composizioni di numeri entro il 999.
  • Equivalenze tra unità, decine, centinaia.
  • Il migliaio e i numeri oltre il 1000.
  • Consolidamento dell’uso delle tabelline.
  • Le quattro operazioni: termini, prove e proprietà.
  • Le quattro operazioni, in riga e in colonna, senza e con uno o più cambi.
  • Le strategie di calcolo orale e scritto e uso delle proprietà.
  • Rappresentazione concreta della frazione.
  • I termini della frazione.
  • Uso del linguaggio frazionario nella lettura delle frazioni.
  • La frazione di un intero.
  • L’unità frazionaria.
  • Le frazioni decimali.
  • Dalla frazione decimale al numero decimale e viceversa.
  • I numeri decimali: lettura, scrittura, confronto, ordinamento e rappresentazione sulla linea dei numeri.
  •  Funzione e importanza della virgola.

Classe Quarta

  • Il sistema decimale e il significato dello zero e dell’uno.
  • La suddivisione delle cifre in classi e ordini per rafforzare il valore posizionale delle cifre.
  • Confronto e ordinamento di numeri entro le centinaia di migliaia.
  •  Rappresentazione dei numeri decimali, l’uso della virgola e la distinzione fra parte intera e decimale.
  • Lettura, scrittura, composizione, scomposizione, confronto e riordino di numeri interi e decimali in cifre e in parole.
  • Proprietà, algoritmi e prove delle quattro operazioni con numeri interi e decimali.
  • Divisioni con due cifre al divisore presentate con tecniche diverse.
  • Controllo dei risultati attraverso prove e stime.
  • La frazione come parte di un intero e come operatore.
  • La rappresentazione grafica di una frazione, la complementarietà e l’equivalenza.
  • Il confronto fra frazioni e la loro rappresentazione sulla linea dei numeri.
  • La tecnica di calcolo delle frazioni.
  • Le frazioni decimali e la loro conversione in numeri decimali.

Classe Quinta

  • Numeri naturali e decimali: lettura, scrittura, confronto, ordinamento, scomposizioni e composizioni.
  • La struttura del sistema numerico decimale.
  • I sistemi di notazione dei numeri in uso in culture diverse dalla nostra.
  • Confronto tra diverse scritture di numeri naturali.
  • La potenza di un numero.
  • I monomi e i polinomi.
  • I numeri relativi.
  • Le quattro operazioni con numeri interi e decimali e relative proprietà e prove.
  • Le espressioni e le regole per eseguirle.
  • Multipli, divisori, numeri primi e numeri composti.
  • I criteri di divisibilità di un numero.
  • Le frazioni.
  • Relazione tra frazioni, numeri decimali e percentuali.

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

SPAZIO E FIGURE

L’allievo:

  • riconosce e rappresenta forme del piano e dello spazio, relazioni e strutture che si trovano in natura o che sono state create dall’uomo;
  • descrive, denomina e classifica figure in base a caratteristiche geometriche, ne determina misure, progetta e costruisce modelli concreti di vario tipo.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Descrivere, denominare e classificare figure geometriche, identificando elementi significativi e simmetrie;
  • riprodurre una figura in base a una descrizione, utilizzando gli strumenti opportuni;
  • utilizzare il piano cartesiano per localizzare punti;
  • riconoscere ed effettuare trasformazioni isometriche;
  • riconoscere equiestensione di semplici figure piane, mediante scomposizioni e ricomposizioni;
  • calcolare il perimetro e l’area delle principali figure piane.

 

 Classe Prima

  • I solidi principali e le figure piane.
  • Percorsi.
  • Reticoli.
  • Confronto e ordinamento di lunghezze.
  • L’euro (esclusi i centesimi)
  • Tecniche per sommare e sottrarre misure di valore.

Classe Seconda

  • Principali figure solide e piane.
  • Esperienze corporee di percorsi liberi e/o su indicazione e loro rappresentazione.
  • I vari tipi di linee.
  • I reticoli e le coordinate spaziali.
  • Confini e regioni.
  • Poligoni e non poligoni.
  • Proprietà misurabili di oggetti.
  • Strumenti e misure di tempo e di valore.

Classe Terza

  • Solidi principali e loro elementi.
  • Retta, semiretta, segmento.
  • Rette incidenti, parallele e perpendicolari.
  • Le isometrie: simmetria e rotazione.
  • Gli angoli: rappresentazione e misurazione con adeguati strumenti.
  • I poligoni e i loro elementi.
  • Il perimetro di alcuni semplici poligoni.
  • Le proprietà misurabili degli oggetti.
  • Le unità di misura arbitrarie e convenzionali (scoperta del campione).
  • Il Sistema Internazionale di Pesi e Misure.
  • Gli strumenti di misurazione convenzionali.
  • Le equivalenze
  • Le misure di valore: rapporto fra €uro, decimi e centesimi.
  • Le misure di tempo.

Classe Quarta

  • Elementi caratteristici dei poligoni: lati, diagonali, angoli, assi di simmetria.
  • Descrizione, denominazione e costruzione di figure geometriche.
  • Descrizione delle proprietà delle figure piane per operare opportune classificazioni.
  • Area come misura della superficie.
  • Calcolo di perimetro e area dei vari poligoni.
  • Significato di grandezza associato a quello di misurazione.
  • Analisi di grandezze diverse.
  • Riconoscimento della stessa grandezza descritta da termini diversi.
  • Unità e strumenti convenienti per determinare una misura.
  • Stima e misurazione.
  • Rappresentazione tabellare delle misure conosciute con i multipli e i sottomultipli.
  • Unità di misura convenzionali e relative regole di scrittura.

Classe Quinta

  • Gli elementi della geometria piana (punto, linea, retta, semiretta, segmento … parallelismo, perpendicolarità).
  • Il piano cartesiano e le coordinate.
  • L’angolo e le sue caratteristiche.
  • Le isometrie: traslazione, rotazione e simmetria assiale.
  • Costruzione, descrizione analitica, denominazione e classificazione dei poligoni.
  • I poligoni regolari: costruzione con strumentazione adeguata e loro descrizione analitica.
  •  Il cerchio e la circonferenza: individuazione degli elementi fondamentali e utilizzo del compasso.
  • Figure geometriche equiscomponibili e/o isoperimetriche.
  • Il perimetro e l’area delle figure presentate.
  • Grandezze e unità di misura: SIM, valore, tempo.
  • Analisi, interpretazione e stima di misure di grandezze reali e verifica con strumenti adeguati.

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

PROBLEMI

L’allievo:

  • riesce a risolvere facili problemi in tutti gli ambiti di contenuto, mantenendo il controllo sia sul processo risolutivo sia sui risultati;
  • descrive il procedimento seguito e riconosce strategie di soluzione diverse dalla propria;
  • costruisce ragionamenti formulando ipotesi, sostenendo le proprie idee e confrontandosi con il punto di vista di altri.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Leggere e comprendere testi che coinvolgono aspetti logici e matematici;
  • risolvere facili problemi in tutti gli ambiti di contenuto, mantenendo il controllo sia sul processo risolutivo, sia sui risultati;
  • descrivere il procedimento seguito e riconoscere strategie di soluzione diverse dalla propria.

 

 

Classe Prima

  • Soluzione di semplici problemi di addizioni e sottrazioni tratti da situazioni concrete e relativa drammatizzazione.
  • Le immagini nella formulazione e nella risoluzione di problemi.

Classe Seconda

  • Analisi, comprensione e soluzione di situazioni problematiche legate al vissuto.
  • Il testo, i dati e la domanda.
  • Situazioni problematiche risolvibili, irrisolvibili e impossibili.
  • Le parole chiave nei problemi associate alle varie situazioni delle operazioni.

Classe Terza

  • Tipologie differenti di problemi: con le quattro operazioni, di logica, di geometria, di misura.
  • Problemi con modalità diverse di risoluzione: disegni, diagrammi, tabelle.
  • Problemi con dati inutili, nascosti, mancanti.
  • Problemi con una domanda e una operazione, con due domande e due operazioni e problemi con una domanda implicita.

Classe Quarta

  • La funzione delle quattro operazioni nei problemi.
  • Analisi e comprensione di testi problematici di vario genere.
  • Composizione e scomposizione della struttura del testo problematico.
  • Rappresentazione del procedimento risolutivo con modalità diverse.
  • Problemi sulla compravendita.
  • Problemi con l’uso di misure e/o equivalenze.
  • Problemi con una domanda e due o più operazioni.

Classe Quinta

  • Analisi, comprensione e risoluzione di varie tipologie di problemi.
  • Coerenza tra testo e soluzione.
  • Rappresentazione del procedimento risolutivo seguendo diverse modalità.
  • Confronto fra strategie risolutive diverse.
  • Costruzione di problemi partendo da diagrammi o espressioni. 

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

RELAZIONI, DATI E PREVISIONI

 

 

 

L’allievo:

  • ricerca dati per ricavare informazioni e costruire rappresentazioni;
  • ricava informazioni anche da dati rappresentati in tabelle e grafici;
  • riconosce e quantifica in casi semplici situazioni di incertezza.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Rappresentare relazioni e dati e utilizzarli per ricavare informazioni, formulare giudizi e prendere decisioni;
  • usare le nozioni di frequenza, di moda e di media aritmetica;
  • intuire e cominciare ad argomentare in situazioni concrete, la probabilità di un evento.

 

Classe Prima

  • Il concetto di insieme.
  • I quantificatori.
  • Classificazione di elementi in base a una o due proprietà (uso di tabelle a doppia entrata).
  • Grafici a colonna.
  • Certo, possibile, impossibile.

Classe Seconda

  • Quantificatori indefiniti.
  • Eventi di probabilità.
  • Grafici di relazione, di classificazione, di tabulazione.

Classe Terza

  • Rappresentazione di semplici indagini statistiche con registrazione di dati raccolti con istogrammi e ideogrammi.
  • Individuazione della moda.
  • Eventi certi, possibili, impossibili.
  • Calcolo della probabilità di eventi.

Classe Quarta

  • Raccolta, organizzazione, rappresentazione e analisi di dati con strumenti adeguati alla loro tipologia: istogrammi, ideogrammi e areogrammi.
  • Analisi di tabelle e grafici, reperiti da fonti diverse, da cui ricavare informazioni.
  • Rilevare dati statistici come frequenza, moda e media aritmetica.
  • Calcolo della probabilità di eventi e relativa rappresentazione con uso di frazioni e percentuali.

Classe Quinta

  • Ricerca, riflessione, valutazione e misurazione di situazioni incerte.
  • Fasi dell’indagine statistica e loro rappresentazione grafica.
  • Rilevazione di indici statistici: moda, media e mediana.
  • La probabilità come misura dell’incerto. 

TIPOLOGIE DI VERIFICHE PER TUTTE LE CLASSI

Come analisi delle situazioni iniziali dei requisiti di base per affrontare un compito di apprendimento:

  • oservazioni sistematiche e non
  • prove semi-strutturate (stimolo chiuso risposta aperta)
  • prove oggettive o strutturate con l’uso di libere elaborazioni
  • prove di verifica delle abilità e/o conoscenze possedute dall’alunno con risposte aperte
  • prove del tipo: vero/falso; a scelta multipla; a completamento; a corrispondenza

N.B.

Nella formulazione delle prove di verifica per le classi prime e seconde si terranno presenti i seguenti criteri di riferimento:

  • uso di un linguaggio semplice corredato da immagini;
  • formulazione di domande evitando le forme negative;
  • formulazione di item brevi e chiaramente definite.

La valutazione degli apprendimenti dell’alunno si effettuerà bimestralmente.

Le insegnanti non ritengono opportuna la standardizzazione delle prove di verifica in quanto limitano il percorso di insegnamento seguito.


Scuola Secondaria di Primo grado 

NUCLEO TEMATICO

SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

IL NUMERO

 

 

 

 

L’allievo:

  • si muove con sicurezza nel calcolo anche con i numeri razionali, ne padroneggia le diverse rappresentazioni e stima la grandezza di un numero e il risultato di operazioni.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Eseguire tutte le operazioni nell’insieme dei numeri Reali relativi, dare stima del risultato e utilizzare le proprietà in modo consapevole;
  • eseguire espressioni con i numeri conosciuti, avendo consapevolezza delle convenzioni e del loro utilizzo in situazioni problematiche;
  • rappresentare i numeri conosciuti sulla retta;
  • utilizzare frazioni equivalenti e numeri decimali per denotare uno stesso numero razionale, valutandone vantaggi e svantaggi;
  • utilizzare il concetto di rapporto tra numeri e misure, la percentuale, la notazione esponenziale scientifica, il linguaggio letterale e simbolico. 

Classe 1^

  • Gli insiemi - L'insieme N e la numerazione decimale - Le operazioni in N e relative proprietà. - Altri sistemi di numerazione - Multipli e divisori - Divisibilità - M.C.D. e m.c.m. - La frazione come operatore su grandezze e prime operazioni con le frazioni

Classe 2^

  • L’insieme Q + e le operazioni in esso - Numeri decimali finiti, numeri decimali periodici e frazioni generatrici - L'operazione di estrazione di radice - Numeri irrazionali - Rapporti e proporzioni - Proporzionalità diretta e inversa – Percentuale

Classe 3^

  • L'insieme Z, l'insieme Q e l'insieme R e le operazioni in essi - Il calcolo letterale - Equazioni di I grado

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

SPAZIO E FIGURE

L’allievo:

  • riconosce e denomina le forme del piano e dello spazio, le loro rappresentazioni e ne coglie le relazioni tra gli elementi.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Riprodurre figure e disegni geometrici utilizzando gli strumenti opportuni in modo accurato;
  • saper rappresentare le figure anche in un piano cartesiano;
  • conoscere definizioni e proprietà delle principali figure piane, descriverle ed essere in grado di riprodurle in base a una descrizione e codificazione fatta da altri;
  • determinare l’area delle figure geometriche piane elementari, di quelle scomponibili in figure elementari o di figure a contorno curvilineo (stima per difetto e per eccesso);
  • utilizzare consapevolmente il numero π e le sue approssimazioni;
  • conoscere e utilizzare le principali trasformazioni geometriche e i loro invarianti;
  • riconoscere figure geometriche simili e saper riprodurre una figura in scala;
  • conoscere il teorema di Pitagora e i teoremi di Euclide e le loro applicazioni anche in situazioni concrete;
  • rappresentare oggetti e figure tridimensionali, calcolarne area e volume anche relativamente a situazioni concrete.

Classe 1^

  • La misura delle grandezze - Enti geometrici fondamentali - Retta e suoi sottoinsiemi - Rette parallele e perpendicolari – Angoli – Avvio allo studio dei poligoni.

Classe 2^

  • I poligoni: nomenclatura e proprietà - La congruenza di figure piane - Criteri di uguaglianza dei triangoli - Equivalenza di figure piane - Aree di poligoni - Teorema di Pitagora.

Classe 3^

  • Trasformazioni isometriche e non isometriche - Teoremi di Euclide - Circonferenza e cerchio: poligoni inscritti e circoscritti - Rette e piani nello spazio - Solidi equivalenti - Superficie e volume dei poliedri - Superficie e volume dei solidi di rotazione - Il piano cartesiano ed elementi di geometria analitic

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

PROBLEMI

L’allievo:

  • riconosce e risolve problemi in contesti diversi valutando le informazioni e la loro coerenza, spiega il procedimento seguito anche in forma scritta, mantenendo il controllo sia sul processo risolutivo sia sui risultati. 

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

Analizzare e comprendere situazioni problematiche in contesti diversi e risolverle con vari metodi riconoscendo il vantaggio di quello algebrico;

  • produrre formalizzazioni che gli consentono di passare da un problema specifico ad una classe di problemi.

 

Classe 1^

  • Comprensione, impostazione e risoluzione di problemi con metodi diversi, sia in ambito aritmetico che geometrico - Problemi con M.C.D. e m.c.m.

Classe 2^

  • Problemi con le frazioni - Problemi di piccola economia - Problemi geometrici (in particolare applicazione del teorema di Pitagora)

Classe 3^

  • Risoluzione di problemi con vari metodi, in particolare con l’utilizzo del metodo algebrico - Problemi di geometria piana e solida.

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

RELAZIONI, DATI E PREVISIONI

 

 

 

L’allievo:

  • analizza e interpreta rappresentazioni di dati per ricavarne misure di variabilità e prendere decisioni;
  • nelle situazioni di incertezza si orienta con valutazioni di probabilità.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Rappresentare insiemi di dati, anche facendo uso di un foglio elettronico, confrontarli e utilizzarli nella determinazione delle frequenze;
  • scegliere ed utilizzare gli indici statistici adeguati alla tipologia dell’indagine;
  •  calcolare la probabilità, riconoscendo coppie di eventi complementari, incompatibili e indipendenti, in semplici situazioni aleatorie.

 

Classe 1^

  • Tabelle a doppia entrata (per avvio al concetto di analogia) - Avvio all’uso del piano cartesiano - Semplici rappresentazioni grafiche.

Classe 2^

  • Relazioni, corrispondenze e loro rappresentazioni grafiche - Piano cartesiano

Classe 3^

  • Elementi di calcolo delle probabilità: probabilità semplice e totale - Elementi di statistica: indici statistici centrali e classi di frequenza. 

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

RELAZIONI E FUNZIONI

L’allievo:

  • utilizza e interpreta il linguaggio matematico (piano cartesiano, formule, equazioni, funzioni …) e ne coglie il nesso con gli aspetti della vita quotidiana.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Interpretare e trasformare formule per esprimere in forma generale relazioni e proprietà;
  • individuare le relazioni di proporzionalità tra grandezze;
  • utilizzare il piano cartesiano per rappresentare alcune funzioni empiriche e matematiche, con particolare riferimento al concetto di proporzionalità.

Classe 2^

  • Il concetto di funzione – Funzioni matematiche e funzioni empiriche -Funzioni della proporzionalità diretta e inversa

Classe 3^

  • Piano cartesiano e studio di figure poligonali - Elementi di geometria analitica: equazione della retta.

Scienze

   

Scuola dell'Infanzia

NUCLEO TEMATICO

 SCUOLA DELL’INFANZIA

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

METODO SCIENTIFICO SPERIMENTALE

 

 

 

Il bambino:

  • esplora oggetti e materiali. 

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Manipolare materiali naturali;
  • formulare ipotesi sui cambiamenti naturali;
  • realizzare il calendario meteo;
  • effettuare semplici esperimenti.

Anni tre

  • esplorare oggetti e materiali diversi

Anni quattro

  • esplorare e manipolare materiali di natura diversa

Anni cinque

  • scoprire le caratteristiche dei vari elementi utilizzati

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

MONDO DEI VIVENTI

Il bambino:

  • osserva la vita di piante e animali. 

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Effettuare esperienze di coltivazioni;
  • scoprire alcune caratteristiche di piante e animali.

 

Anni tre

  • conoscere animali e piante
  • effettuare esperienze di coltivazione

Anni quattro

  • osservare la vita di piante ed animali
  • effettuare esperienze di coltivazione

Anni cinque

  • effettuare esperienze di coltivazione
  • scoprire alcune caratteristiche di piante e animali

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

UOMO E SALUTE

Il bambino:

  • avvia le prime interpretazioni sulla struttura del suo corpo e sul suo funzionamento.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Individuare le principali parti del corpo umano su se stesso e sugli altri.

 

Anni tre

  • conoscere le principali parti del corpo

Anni quattro

  • riconoscere e rappresentare il corpo umano

Anni cinque

  • avviare le prime interpretazioni sulla struttura del corpo e sul suo funzionamento

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

AMBIENTE

Il bambino:

  • ha atteggiamenti di cura verso l’ambiente scolastico che condivide con altri. 

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Rispettare e curare il proprio materiale e l’ambiente scolastico.

 

Anni tre

  • conoscere le principali regole per la raccolta differenziata

anni quattro

  • avviare il bambino alle prime regole per il rispetto dell’ambiente

Anni cinque

  • rispettare e curare il proprio materiale, l’ambiente scolastico e la natura

Scuola Primaria

NUCLEO TEMATICO

 SCUOLA PRIMARIA

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

METODO SCIENTIFICO SPERIMENTALE

 

 

 

L’allievo:

  • esplora i fenomeni con un approccio scientifico: osserva e descrive lo svolgersi dei fatti, formula domande, propone e realizza semplici esperimenti. 

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Individuare nell’osservazione di esperienze concrete, alcuni concetti scientifici.

 

 

Classe Prima

  • Le fasi del metodo scientifico.

Classe Seconda

  • Osservazione della realtà circostante attraverso il metodo scientifico.

Classe Terza

  • La figura dello scienziato.
  • Il metodo sperimentale.

Classe Quarta

  • Il metodo scientifico.

Classe Quinta

  • Osservazione della realtà per fondare ipotesi e ragionamenti propri

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

MATERIA E FENOMENI

L’allievo:

  • individua somiglianze e differenze, fa misurazioni, registra dati significativi, identifica relazioni spazio/temporali.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Individuare le caratteristiche e le proprietà di alcuni materiali;
  • fare esperimenti, registrare i dati osservati e verbalizzare con linguaggio scientifico. 

 

Classe Prima

  • I sensi come primo strumento d’indagine

Classe Seconda

  • I solidi, i liquidi e i gas
  • L’acqua
  • Gli stati dell’acqua
  • Il ciclo dell’acqua
  • I fenomeni atmosferici

Classe Terza

  • Gli stati della materia
  • Le proprietà dei solidi
  • Le proprietà dei liquidi
  • Le proprietà dei gas
  • Le soluzioni e i miscugli

Classe Quarta

  • L’indagine dei fenomeni
  • Molecole e atomi
  • I tre stati della materia

Classe Quinta

  • I fenomeni naturali.

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

MONDO DEI VIVENTI

L’allievo:

  • riconosce le principali caratteristiche degli esseri viventi.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

Elaborare i primi elementi di classificazione animale e vegetale;

-mettere in relazione le diverse forme di vita;

-conoscere le caratteristiche e il funzionamento delle varie forme di vita.

 

 

 

Classe Prima

Viventi e non viventi

Classe Seconda

Le parti della pianta e le loro funzioni

Classe Terza

Il ciclo vitale degli esseri viventi

Il mondo delle piante: classificazione

Respirazione, nutrizione e riproduzione dei vegetali

Classificazione degli animali: vertebrati ed invertebrati

Respirazione, nutrizione, difesa, riproduzione e adattamento negli animali.

Classe Quarta

I regni della natura

Le piante: classificazione

La respirazione, la nutrizione;

La riproduzione: piante semplici e complesse

Gli animali: il ciclo vitale; la classificazione; l’evoluzione; vertebrati ed invertebrati; la salvaguardia delle specie; l’ecosistema.

Le catene alimentari.

Classe Quinta

La cellula come unità fondamentale dei viventi

Cellule vegetali, cellule animali

 

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

UOMO E SALUTE

 

L’allievo:

- conosce i primi elementi del corpo umano;

-sviluppa un atteggiamento consapevole verso la propria salute.

 

 

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

-Conoscere il funzionamento dei principali apparati;

-aver cura della propria salute soprattutto dal punto di vista alimentare e motorio.

Classe Prima

Norme igieniche e comportamenti appropriati.

Classe Seconda

Educazione alimentare

Classe Terza

Il movimento correlato alla salute del corpo.

Classe Quarta

Cura e rispetto di sé, degli altri e dell’ambiente come presupposto di un sano e corretto stile di vita.

Classe Quinta

Dalle cellule, ai tessuti, agli apparati.

 

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

AMBIENTE

L’allievo:

-ha atteggiamenti di cura verso l’ambiente scolastico che condivide con gli altri;

-conosce il valore dell’ambiente sociale e naturale.

 

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

 

-Osservare e interpretare le trasformazioni ambientali, in particolare quelle conseguenti all’azione modificatrice dell’uomo;

-sviluppare atteggiamenti adeguati e responsabili per la tutela dell’ambiente.

Classe Prima

Rispetto dell’ambiente scolastico

Classe Seconda

Differenziazione dei rifiuti: avvio al riciclo dei materiali

Classe Terza

L’uomo e gli ecosistemi

Le catene alimentari

Classe Quarta

Risparmio energetico

Classe Quinta

Problematiche ecologiche ed energetiche: adeguamento dei propri comportamenti alla conoscenze apprese in campo scientifico

 

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

 

LINGUAGGIO DELLE SCIENZE

 

L’allievo:

-espone in forma chiara utilizzando un linguaggio specifico.

 

OBIETTIVI

CONTENUTI

Sapersi esprimere adeguatamente.

Classe prima

Alcuni semplici termini della disciplina.

Classe seconda

Descrizione di semplici esperienze usando il linguaggio specifico.

Classe terza

Descrizione delle fasi del metodo sperimentale utilizzando la terminologia specifica

Classe quarta

Utilizzo di termini specifici della disciplina.

Classe quinta

Utilizzo di termini specifici della disciplina per argomentare e prospettare soluzioni

Tecnologia

     

NUCLEO

TEMATICO

 SCUOLA DELL’INFANZIA

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

ESPLORARE

 

 

Il bambino:

  • esplora i materiali che ha a disposizione e li utilizza con creatività.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Interpretare artefatti appartenenti al vissuto esperienziale rispetto a parti, funzioni, interazioni con lo spazio;
  • collocare oggetti nel contesto d'uso.

Anni tre, quattro

  • avviare una prima conoscenza all’utilizzo del pc

Anni cinque

  • esplorare e scoprire le funzioni e i possibili usi degli elementi tecnologici

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

OSSERVARE

Il bambino:

  • prova interesse per gli artefatti tecnologici, li esplora e sa scoprirne funzioni e possibili usi.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Osservare il paesaggio per riconoscere gli interventi dell’uomo;
  • manipolare strumenti, oggetti e materiali;
  • osservare l’artefatto e coglierne forma, materiale, funzione, proprietà;
  • classificare materiali per caratteristiche;
  • montare e smontare oggetti;
  • trasformare materiali per scoprirne i possibili usi in semplici costruzioni plastiche, meccaniche, interpretative

Anni tre, quattro

  • avviare una prima conoscenza all’utilizzo del pc

Anni cinque

  • esplorare e scoprire le funzioni e i possibili usi degli elementi tecnologici

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

PROGETTARE

Il bambino:

  • formula piani di azione, individualmente e in gruppo, e sceglie con cura materiali e strumenti in relazione al progetto da realizzare.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Porre domande, dialogare, discutere e progettare ipotesi e procedure per la realizzazione di un semplice artefatto;
  • esplorare i materiali a disposizione e usarli con creatività;
  • trasformare materiali in semplici costruzioni plastiche, meccaniche, interpretative.

Anni tre, quattro

  • esplorare i materiali a disposizione e usarli con creatività

Anni cinque

  • Porre domande, dialogare, formulare ipotesi
  • Esplorare le possibilità offerte dalle tecnologie per fruire delle diverse forme artistiche, per comunicare e per esprimersi attraverso di esse.

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

COMUNICARE

Il bambino:

  • utilizza un linguaggio appropriato per descrivere le osservazioni e le esperienze;
  • esplora le possibilità offerte dalle tecnologie per fruire delle diverse forme artistiche, per comunicare e per esprimersi attraverso di esse.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Ricostruire le fasi più significative per comunicare quanto realizzato attraverso l'uso di linguaggi diversi (disegno, corpo, movimento, suono, codice...);
  • sviluppare un repertorio linguistico adeguato alle esperienze e agli apprendimenti compiuti per narrare e descrivere artefatti o situazioni;
  • utilizzare le tecnologie per scoprire codici e procedure, utilizzare strumenti, comunicare ed esprimersi.

Anni tre, quattro

  • esplorare i materiali a disposizione e usarli con creatività

Anni cinque

  • Porre domande, dialogare, formulare ipotesi
  • Esplorare le possibilità offerte dalle tecnologie per fruire delle diverse forme artistiche, per comunicare e per esprimersi attraverso di esse. 

PREMESSA: CHE COSA INTENDIAMO CON TECNOLOGIA

La tecnologia si occupa dell’"AGIRE INTENZIONALE", attraverso processi che comportano una TRASFORMAZIONE di tre elementi: MATERIA - ENERGIA - INFORMAZIONE. Tale agire si esplicita attraverso gli ARTEFATTI che possono essere: oggetti, sistemi, processi. La tecnologia si occupa dell'agire in contesto; tale contesto è il TERRITORIO. Il macro-oggetto di trasformazione pensato e realizzato dall'uomo è il PAESAGGIO.

 La tecnologia si realizza attraverso AZIONI TECNOLOGICHE: PROGETTAZIONE - PRODUZIONE – DISTRIBUZIONE – CONSUMO – DISMISSIONE – RICICLO - RINATURALIZZAZIONE.

 Le azioni tecnologiche operano una aggiunta a quella che è la realtà naturale, sovrapponendo la REALTA' ARTIFICIALE (fisica e digitale).

Tali azioni si esplicitano all'interno di quelli che sono le ESIGENZE e i PROBLEMI fondamentali l'uomo: ABITARE, VESTIRSI, COMUNICARE, NUTRIRSI, BEN STARE, progettando in contesti reali elementi di FATTIBILITA'. (La scienza esplora il POSSIBILE la Tecnologia il FATTIBILE)

La Tecnologia consente di agire in contesti per lo sviluppo di competenze che mirano a sviluppare il PENSIERO PREDITTIVO.

 La Tecnologia agisce in luoghi e siti specifici quali: BIOSPAZIO, GEOSPAZIO, TECNOSPAZIO, SOCIOSPAZIO, SPAZIO DIGITALE.

La Tecnologia si occupa della comprensione della REALTA’ ARTIFICIALE (fisica e digitale).

L’azione didattica che ne consegue promuove la riflessione e l’analisi sui prodotti della tecnologia stessa in cui si individuano:

  • una dimensione tecnico-scientifica, riferita alla natura stessa e alle caratteristiche merceologiche e costruttive del prodotto, sia esso un oggetto,
  • un insieme di oggetti o prodotti biologici, un impianto, una rete, una coltivazione, un allevamento;
  • una dimensione sociale, riferita ai complessi rapporti con l’uomo, sia che si tratti di un produttore o di un utilizzatore;
  • una dimensione ambientale, riferita agli effetti di impatto sull’ambiente originario sia naturale, sia artificiale.

LA METODOLOGIA DIDATTICA PER LA TECNOLOGIA

Può essere estrapolata una metodologia propria della disciplina Tecnologia, che fa riferimento al metodo della ricerca, all’agire per problemi in situazioni concrete e motivanti, muovendosi su scale spaziali che vanno dal molto vicino al più lontano e dal semplice al complesso. Con tale accezione non si intende che per gli alunni della scuola dell’infanzia non siano possibili incontri con sistemi

complessi (una cucina ad esempio), ma che deve esserci un continuo andare e tornare, allontanarsi e avvicinarsi dal particolare al generale, per poter porre gli alunni in situazioni il più motivanti possibile ed esperibili.

Qui di seguito elenchiamo alcune tecniche e strategie metodologiche:

  • luoghi esperti e Tecno Viaggi
  • didattica laboratoriale
  • didattica dell’artefatto
  • didattica situata
  • didattica delle TIC
  • progettazione partecipata
  • mappe di comunità
  • schemi, mappe concettuali, modelli
  • gioco/giochi/giocattoli/marchingegni
  • giochi di ruolo e del far finta
  • simulazione di situazioni, di funzionamenti, di sistemi, di ruoli…

NUCLEO

TEMATICO

SCUOLA SECONDARIA I GRADO

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

ESPLORARE

OSSERVARE

INTERPRETARE

 

 

L'allievo:

  • è in grado di descrivere e classificare utensili e macchine cogliendone le diversità in relazione al funzionamento e al tipo di energia e di controllo che richiedono per il funzionamento.
  • conosce le relazioni forma/funzione/materiali attraverso esperienze personali, anche se molto semplici, di progettazione e realizzazione;
  • esegue la rappresentazione grafica in scala di pezzi meccanici o di oggetti usando il disegno tecnico.
  • inizia a capire i problemi legati alla produzione di energia e a sviluppare sensibilità per i problemi economici, ecologici e della salute legati alle varie forme e modalità di produzione.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Riconoscere il bisogno che ha determinato la realizzazione di un artefatto o di un sistema di modesta complessità.
  • Comprendere i problemi legati alla produzione utilizzando appositi schemi e indagare sui benefici e sui problemi economici ed ecologici legati alle forme e modalità di produzione.
  • Riflettere sui contesti e i processi di produzione in cui trovano impiego utensili e macchine, con particolare riferimento a quelli della produzione alimentare, l'edilizia, la medicina, l'agricoltura.
  • Rilevare le proprietà fondamentali dei principali materiali e il ciclo produttivo con cui si sono ottenuti.
  • Osservare pezzi meccanici o oggetti.
  • Rilevare come viene distribuita, utilizzata e quali trasformazioni subisce l'energia.
  • Collegare le modalità di funzionamento dei dispositivi elettronici con le conoscenze scientifiche e tecniche.
  • Rappresentare graficamente in modo idoneo pezzi meccanici o oggetti, applicando anche le regole di scala, di proporzione e di quotatura.

 

Classe 1^

  • Proprietà dei materiali
  • Lavorazione dei materiali
  • Materie prime
  • Materiali: legno, carta, tessuti, metalli.

Classe 2^

  • Elementi di meccanica, Macchine e apparecchi,
  • strutture edilizie e orditura di muri e tetti.

Classe 3^

  • Le invenzioni tecnologiche degli ultimi duecento anni: ricerche su internet di una o più invenzioni prestando particolare attenzione al loro funzionamento e alla innovazione tecnologica che rappresenta, cenni sull'autore e sulla storia ed evoluzione dell'invenzione trattata.
  • Richiami di meccanica: la turbina.
  • Energia (fonti energetiche classiche e alternative, fonti esauribili e rinnovabili, sistemi di produzione, conservazione e distribuzione, rapporto energia e ambiente, elementi critici dei diversi sistemi di produzione).

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

PROGETTARE

L’allievo:

  • è in grado di realizzare un semplice progetto per la costruzione di un oggetto coordinando risorse materiali e organizzative per raggiungere uno scopo.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Usare il disegno tecnico e seguire le regole dell'assonometria e delle proiezioni ortogonali.
  • Eseguire rilievi sull'ambiente scolastico o sulla propria abitazione.
  • Progettare oggetti semplici, da realizzare in laboratorio con materiali di facile reperibilità, anche sotto forma di modello.
  • Organizzare lo spazio operativo in base alle attività di progettazione proposte
  • Scegliere gli strumenti adatti alla realizzazione del progetto.
  • Impostare un piano di lavoro tenendo conto delle principali fasi operative.
  • Controllare, collaudare e valutare quanto realizzato. 

Classe 1^

  • Cos’è il disegno geometrico
  • Strumenti, materiali e loro uso
  • Squadrare il foglio
  • Perpendicolari e parallele
  • Poligoni regolari
  • Curve policentriche
  • Motivi grafici su base triangolare, quadrata, esagonale, circolare, stelle.

Classe 2^

  • Proiezioni ortogonali di solidi geometrici semplici, combinati e disposti in uno spazio libero
  • Motivi grafici su base triangolare, quadrata, esagonale, circolare, stelle.

Classe 3^

  • Le assonometrie (isometrica, monometrica, cavaliera): rappresentazione di elementi geometrici in assonometria monometrica, isometrica, cavaliera tratti da modellini reali.
  • Disegno computerizzato di un alloggio con elementi di arredo. 

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

COMUNICARE

L’allievo:

  • è in grado di usare le nuove tecnologie e i linguaggi multimediali per supportare il proprio lavoro, avanzare ipotesi e validarle, per autovalutarsi e per presentare i risultati del lavoro;
  • ricerca informazioni ed è in grado di selezionarle e di sintetizzarle;
  • sviluppa le proprie idee utilizzando le TIC ed è in grado di condividerle con altri.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Produrre materiale documentale in diverse situazioni e con diverse modalità (ipertesti, presentazioni multimediali…);
  • interpretare e utilizzare brevi sequenze di istruzioni per il funzionamento di un dispositivo e/o di un processo;
  • utilizzare strumenti informatici e di comunicazione;
  • conoscere l'utilizzo della rete sia per la ricerca sia per lo scambio di informazioni. 

Classe 1^

  • Costruzione di modelli in cartoncino
  • Conoscere il laboratorio di informatica: le regole di comportamento e uso
  • Accendere e spegnere il computer
  • Conoscere il desk-top e accedere ai programmi
  • Presentazione di open-office
  • Uso del programma di scrittura

Classe 2^

  • Costruzione di solidi in cartoncino: parallelepipedo, piramide, prisma esagonale e triangolare, cubo, tetraedro
  • Uso di programmi per il disegno geometrico.

Classe 3^

  • Uso dei programmi di scrittura, presentazione, disegno geometrico, applicati alle attività svolte.

Scienze motorie e sportive

NUCLEO TEMATICO

 SCUOLA DELL’INFANZIA

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

IL CORPO E LA SUA RELAZIONE CON LO SPAZIO E IL TEMPO

Il bambino:

  • riconosce il proprio corpo, le sue diverse parti e rappresenta il corpo fermo e in movimento;
  • si muove con crescente sicurezza ed autonomia negli spazi che gli sono familiari, modulando progressivamente voce e movimento anche in rapporto con gli altri.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Individuare e disegnare il corpo e le sue parti in stasi e in movimento, guardando i compagni o guardandosi allo specchio;
  • denominare le parti del corpo e le relative funzioni;
  • eseguire giochi motori liberi e guidati anche su base musicale.

Anni tre

  • esplorare l’ambiente e stabilire una prima conoscenza dei compagni attraverso la mediazione corporea

Anni quattro

  • stabilire relazioni motorie con i compagni attraverso piccoli attrezzi/oggetti

Anni cinque

  • rappresentare il corpo in movimento
  • eseguire giochi motori liberi e guidati anche su base musicale 

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

IL LINGUAGGIO DEL CORPO COME MODALITA’ COMUNICATIVO-ESPRESSIVA

Il bambino:

  • vive pienamente la propria corporeità, ne percepisce il potenziale comunicativo ed espressivo, matura condotte che gli consentono una buona autonomia nella gestione della giornata a scuola.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Acquisire la capacità di leggere e interpretare i messaggi provenienti dal corpo proprio e altrui;
  • muoversi e comunicare con immaginazione e creatività.

Anni tre

  • trarre piacere dal movimento spontaneo nell’incontro con l’altro

Anni quattro

  • consolidare autonomamente le potenzialità espressive del corpo

Anni cinque

  • muoversi e comunicare con immaginazione e creatività

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

LE REGOLE E IL FAIR PLAY, LO SPORT E IL GIOCO

Il bambino:

  • prova piacere nel movimento e sperimenta schemi posturali e motori, li applica nei giochi individuali e di gruppo anche con l’uso di piccoli attrezzi ed è in grado di adattarli alle situazioni ambientali;
  • interagisce con gli altri nei giochi di movimento.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Saper eseguire vari giochi di movimento con o senza attrezzi;
  • padroneggiare schemi dinamici e posturali di base;
  • rispettare le regole dei giochi e vivere la vittoria e la sconfitta in modo equilibrato.

 

Anni tre

  • rispettare la regola del turno

Anni quattro

  • scoprire le potenzialità del proprio corpo in relazione agli altri seguendo e rispettando semplici regole di gioco

Anni cinque

  • rispettare le regole dei giochi e vivere la vittoria e la sconfitta in modo equilibrato

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

SALUTE E BENESSERE, PREVENZIONE E SICUREZZA

Il bambino:

  • riconosce i segnali e i ritmi del proprio corpo, le differenze sessuali e di sviluppo e adotta pratiche corrette di cura di sé, di igiene e di sana alimentazione;
  • controlla l’esecuzione del gesto, valuta il rischio.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Coordinarsi con gli altri nei giochi di gruppo rispettando le regole per la sicurezza;
  • controllare i movimenti del corpo individuandone i potenziali rischi.

 

 

 

Anni tre

  • conoscere le regole base per l’igiene personale

Anni quattro

  • riconoscere i bisogni del proprio corpo
  • riconoscere ed assumere comportamenti corretti

Anni cinque

  • controllare i movimenti del corpo individuandone i potenziali rischi
  • coordinarsi nel gruppo sezione rispettando le regole per la propria ed altrui sicurezza

  

UCLEO TEMATICO

SCUOLA PRIMARIA

IL CORPO E LA SUA RELAZIONE CON LO SPAZIO E IL TEMPO

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

L’allievo:

  • acquisisce consapevolezza di sé attraverso la percezione del proprio corpo e la padronanza degli schemi motori e posturali nel continuo adattamento alle variabili spaziali e temporali contingenti

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Coordinare e utilizzare diversi schemi motori combinati tra loro inizialmente in forma successiva e poi in forma simultanea;
  • riconoscere e valutare ritmi esecutivi e temporali delle azioni motorie, sapendo organizzare il proprio movimento nello spazio in relazione a sé, agli oggetti e agli altri.

 

Classe prima

  • Utilizzo di schemi motori in funzione di parametri spaziali e temporali in relazione a sé, agli oggetti e agli altri
  • schema corporeo
  • schemi motori di base
  • equilibrio statico
  • lateralità
  • gestualità fino-motoria, oculo-manuale

Classe seconda

  • percezione dei vari segmenti corporei
  • schemi motori adeguati al ritmo e all’intensità del suono
  • percezione del sé corporeo in relazione agli oggetti e agli altri
  • equilibrio dinamico
  • sequenze motorie
  • cambi di direzione

Classe terza

  • schemi motori in funzione di parametri spaziali e temporali
  • schemi motori e posturali combinati
  • coordinazione oculo- manuale e oculo- podalica
  • semplici sequenze ritmiche
  • equilibrio statico e dinamico
  • fantasia motoria
  • lateralità

Classe quarta

  • percezione e potenziamento dei vari segmenti corporei
  • utilizzo di attrezzi
  • preparazione atletica
  • equilibrio dinamico
  • successione di difficoltà motorie da eseguire
  • valutazione delle difficoltà degli esercizi
  • valutazione del proprio spazio e di quello altrui

Classe quinta

  • Padronanza degli schemi motori e posturali in situazione combinata, simultanea e in successione
  • coordinamento di abilità motorie a situazioni esecutive sempre più complesse
  • padronanza delle proprie capacità motorie
  • gestualità fino-motoria
  • equilibrio statico e dinamico
  • lateralità 

IL LINGUAGGIO DEL CORPO COME MODALITA’ COMUNICATIVO- ESPRESSIVA

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

L’allievo:

  • utilizza il linguaggio corporeo e motorio per comunicare ed esprimere i propri stati d’animo anche attraverso la drammatizzazione, le esperienze ritmico- musicali e coreutiche

OBIETTIVI

CONTENUTI

  • Elaborare ed eseguire semplici coreografie o sequenze di movimento legate a ritmi;
  • utilizzare il linguaggio corporeo in forma originale e creativa.

Classe prima

  • Utilizzo del corpo e del movimento per rappresentare situazioni comunicative reali e fantastiche
  • Comprensione del linguaggio dei gesti

Classe seconda

  • utilizzo del proprio corpo per esprimere situazioni
  • tilizzo del proprio corpo per esprimere emozioni legate alla sua esperienza
  • collaborazione con gli altri compagni per inventare situazioni fantastiche

Classe terza

  • utilizzo del linguaggio gestuale e motorio per esprimere e comunicare individualmente e collettivamente stati d’animo, idee, situazioni, emozioni e sentimenti anche nelle forme della drammatizzazione e della danza
  • controllo consapevole delle varie posture del corpo con finalità espressive

Classe quarta

  • utilizzo consapevole del corpo come strumento comunicativo ed espressivo
  • pratiche motorie che coinvolgano la dimensione dell’organizzazione di gruppo, della responsabilità e della collaborazione.

Classe quinta

  • Realizzazione di semplici coreografie e/o progressioni motorie
  • Utilizzo in forma originale e creativa di un’ampia gamma di codici espressivi

LE REGOLE E IL FAIR PLAY, LO SPORT E IL GIOCO

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

L’allievo:

  • comprende, all’interno delle varie occasioni di gioco e di sport, il valore delle regole e l’importanza di rispettarle;
  • sperimenta una pluralità di esperienze che permettono di maturare competenze di gioco sport anche come orientamento alla futura pratica sportiva;
  • sperimenta, in forma semplificata e progressivamente sempre più complessa, diverse gestualità tecniche.

Obiettivi di apprendimento

Contenuti

  • Conoscere ed applicare correttamente modalità esecutive di diverse proposte di gioco sport;
  • partecipare attivamente alle varie forme di gioco, organizzate anche in forma di gara, collaborando con gli altri;
  • rispettare le regole nella competizione sportiva; saper accettare la sconfitta con equilibrio e vivere la vittoria esprimendo rispetto nei confronti dei perdenti, accettando le diversità manifestando senso di responsabilità.

Classe prima

  • significato e importanza delle regole
  •  rispetto delle regole nel gioco
  •  giochi popolari
  • giochi collettivi 

Classe seconda

  • strategie di gioco
  • riconoscimento e rispetto delle regole
  • ruoli nel gioco

Classe terza

  • giochi di movimento, tradizionali, presportivi, individuali e di squadra
  • conoscenza e rispetto delle regole dei giochi di movimento, tradizionali e presportivi

Classe quarta

  • giochi di coppia, di gruppo e di squadra
  • vari tipi di corsa
  • giochi vari con uso di piccoli attrezzi
  • semplici tecniche e regole di diverse discipline sportive

Classe quinta

  • Indicazioni e regole dei giochi motori, tradizionali, di gioco- sport e sportivi
  • giochi di coppia, di gruppo e di squadra
  • elementi delle varie discipline sportive
  • giochi di agilità, di velocità e di rapidità decisionale
  • giochi che richiedono accordi, accettazione e organizzazione di squadra
  • fair play nei giochi e nello sport

SALUTE E BENESSERE, PREVENZIONE E SICUREZZA

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

L’allievo:

  • agisce rispettando i criteri base di sicurezza per sé e per gli altri;
  • riconosce alcuni essenziali principi relativi al proprio benessere psico-fisico legati alla cura del proprio corpo, a un corretto regime alimentare e alla prevenzione dell’uso di sostanze che inducono dipendenza. 

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Assumere comportamenti adeguati per la prevenzione degli infortuni e per la sicurezza nei vari ambienti di vita;
  • riconoscere il rapporto tra alimentazione ed esercizio fisico in relazione a sani stili di vita.
  • acquisire consapevolezza delle funzioni fisiologiche e dei loro cambiamenti in relazione all’esercizio fisico.

Classe prima

  • Conoscenza ed utilizzo degli spazi di attività e degli attrezzi
  • semplici comportamenti igienico-alimentari in aula e in palestra

Classe seconda

  • rispetto di alcuni criteri di sicurezza per sé e per gli altri nell’ambiente scolastico

Classe terza

  • semplici comportamenti igienico-alimentari adeguati alle situazioni in aula e in palestra
  • Conoscenza e utilizzo in modo corretto e sicuro per sé e per i compagni di spazi di attività e di attrezzature

Classe quarta

  • uso corretto di materiali e di attrezzi
  • rispetto degli ambienti
  • principi essenziali relativi al proprio e altrui benessere psicofisico, alla sicurezza e alla cura di sé

Classe quinta

  • regole funzionali alla sicurezza nei vari ambienti di vita, anche in quello stradale
  • rapporto tra alimentazione, esercizi fisico, salute e benessere

Verifiche

Le verifiche saranno due per quadrimestre 

Classe prima:

Rappresentazione grafica dello schema corporeo, dei concetti topologici; -test motori e giochi; giochi di imitazione; giochi tradizionali; schede strutturate e non; griglie e schede di osservazione.

Classe seconda:

Andature; percorsi; rappresentazione grafica anche attraverso schede di spazi fisici; fantasie motorie individuali e di gruppo; giochi di ruolo; giochi individuali e collettivi; schede strutturate e non; griglie e schede di osservazione.

Classe terza:

Rappresentazione grafica di percorsi motori; esercizi di sequenze motorie e ritmiche; giochi di coordinazione; sequenze motorie e ritmiche; semplici drammatizzazioni; esercizi di postura; giochi di gruppo e organizzati; schede strutturate e non; griglie e schede di osservazione. 

Classe quarta:

Esercizi con attrezzi; giochi presportivi; percorsi motori; giochi di ruolo e di gruppo; attività presportive; giochi di squadra; schede strutturate e non; griglie e schede di osservazione. 

Classe quinta:

Giochi di squadra; giochi presportivi; percorsi motori; coreografie; giochi di coppia; giochi di squadra; test motori; schede strutturate e non; griglie e schede di osservazione.

NUCLEO TEMATICO

 SCUOLA SECONDARIA I GRADO

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

IL CORPO E LA

SUA RELAZIONE

CON LO SPAZIO

E IL TEMPO

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L’allievo:

  • è consapevole delle proprie competenze motorie sia nei punti di forza sia nei limiti;
  • utilizza le abilità motorie e sportive acquisite adattando il movimento in situazione.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Saper utilizzare e trasferire le abilità per la realizzazione dei gesti tecnici dei vari sport;
  • saper utilizzare l’esperienza motoria acquisita per risolvere situazioni nuove e inusuali;
  • utilizzare e correlare le variabili spazio-temporali funzionali alla realizzazione del gesto tecnico in ogni situazione sportiva

Classe Prima

  • Percezione, conoscenza e coscienza del corpo.
  • Affinamento delle capacità senso-percettive.
  • Potenziamento degli schemi motori di base.
  • Stabilizzazione della lateralità.
  • Coordinazione dinamica generale e segmentaria.
  • Orientamento spazio-temporale.
  • Miglioramento della mobilità articolare.

Classe Seconda

  • Affinamento di schemi motori di base.
  • Potenziamento della coordinazione dinamica generale e segmentaria.
  • Accoppiamento e combinazione dei movimenti.
  • Capacità di ritmizzazione.
  • Equilibrio statico, dinamico.
  • Sviluppo della capacità di reazione.

Classe Terza

  • Affinamento della coordinazione dinamica generale e segmentaria.
  • Potenziamento della capacità di equilibrio statico, dinamico e in volo.
  • Incremento della forza muscolare in isometria e isotonia.
  • Incremento della velocità.
  • Sviluppo della resistenza generale e specifica

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

IL LINGUAGGIO

DEL CORPO

COME

MODALITA’

COMUNICATIVOESPRESSIVA

 L’ allievo:

  • utilizza gli aspetti comunicativo relazionali del linguaggio motorio per entrare in relazione con gli altri.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Conoscere e applicare semplici tecniche di espressione corporea per rappresentare idee, stati d’animo, mediante gestualità, posture individuali e di gruppo;
  • saper decodificare i gesti di compagni, avversari e arbitri in situazioni di gioco e di sport.

Classe Prima

  • Conoscenza del proprio corpo attraverso il riconoscimento dei propri ritmi.
  • Acquisizione di semplici tecniche di espressione corporea attraverso giochi di forme, di ritmo e giochi di mimo.
  • Improvvisazione attraverso diversi elementi espressivi (sguardo, contatto, postura, mimica). 

Classe Seconda

  • Percezione e riconoscimento del ritmo delle azioni, anche dei gesti tecnici degli sport.
  • Riproduzione di movimenti in forma lenta, veloce, fluida, pesante secondo un preciso contesto.
  • Sviluppo della comunicazione gestuale attraverso drammatizzazioni. 

Classe Terza

  • Capacità di padroneggiare il ritmo delle azioni, anche dei gesti tecnici degli sport.
  • Interazione con i ritmi dei compagni.
  • Sperimentazione di semplici discipline circensi (giocoleria, equilibrismo….

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

LE REGOLE E IL

FAIR PLAY, LO

SPORT E IL

GIOCO

L’allievo:

  • pratica attivamente i valori sportivi come modalità di relazione quotidiana e di rispetto delle regole
  • è capace di integrarsi nel gruppo, di assumersi responsabilità e di impegnarsi per il bene comune.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Padroneggiare le capacità coordinative adattandole alle situazioni richieste dal gioco.
  • Saper realizzare strategie di gioco, mettere in atto comportamenti collaborativi partecipando alle scelte della squadra.
  • Conoscere ed applicare correttamente il regolamento tecnico degli sport praticati assumendo anche il ruolo di arbitro o giudice.
  • Saper gestire in modo consapevole le situazioni competitive con autocontrollo e rispetto per l’altro.

Classe Prima

  • Potenziamento della capacità di direzione e controllo del movimento.
  • Potenziamento della capacità di adattamento motorio.
  • Giochi pre-sportivi.
  • Avviamento agli sport di squadra.
  • Le regole del fair play.

 Classe Seconda

  • Affinamento della capacità di direzione e controllo del movimento.
  • Affinamento della capacità di adattamento motorio.
  • Esercitazioni in gruppo, collettivo, a coppie e individuali, di attività creativa, di condivisione, di relazione e di aiuto.
  • Sport di squadra e regolamenti.
  • Codice deontologico dello sportivo.
  • Il codice del CIO.

Classe Terza

  • Sviluppo della capacità di anticipazione motoria.
  • Sviluppo della capacità di differenziazione dinamica.
  • Sviluppo della capacità di fantasia motoria.
  • Assunzione di ruoli differenziati in relazione alle proprie capacità.
  • Arbitraggio.
  • Riflessioni e conversazioni guidate sull’attività svolta.
  • Lo sport nella storia e i suoi valori. 

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

 

SALUTE E

BENESSERE,

PREVENZIONE E

SICUREZZA

L’allievo:

  • riconosce, ricerca ed applica a se stesso comportamenti di promozione dello “star bene” in ordine a un sano stile di vita e alla prevenzione;
  • rispetta criteri base di sicurezza per sé e per gli altri.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Essere in grado di conoscere i cambiamenti morfologici caratteristici dell’età e applicarsi a seguire un piano di lavoro per il miglioramento delle prestazioni;
  • essere in grado di distribuire lo sforzo in relazione al tipo di attività richiesta e di applicare tecniche di controllo respiratorio e di rilassamento muscolare a conclusione del lavoro;
  • saper adottare comportamenti appropriati per la sicurezza propria e dei compagni anche rispetto a possibili situazioni di pericolo;
  • praticare attività di movimento per migliorare la propria efficienza fisica riconoscendone i benefici;
  • conoscere ed essere consapevoli degli effetti nocivi legati all’assunzione di sostanze illecite o che inducono dipendenza.

Classe Prima

  • Utilizzo di un corretto abbigliamento in palestra.
  • Utilizzo corretto degli attrezzi.
  • Avvio alla comprensione e all’uso di un linguaggio specifico.
  • Posizioni e movimenti in relazione agli assi e ai piani del corpo umano.
  • Apparato locomotore (sistema scheletrico e muscolare). 

Classe Seconda

  • Conoscenza e messa in atto di semplici operazioni di primo soccorso in caso di piccoli infortuni.
  • Acquisizione del linguaggio specifico.
  • Le tappe dello sviluppo motorio.
  • Conoscenza dell’apparato respiratorio e circolatorio anche attraverso esperienza diretta in palestra (respirazione, pulsazioni…).

Classe Terza

  • Corretta postura, paramorfismi e dismorfismi.
  • Rapporto tra esercizio fisico, alimentazione e benessere.
  • Controllo della respirazione e capacità di rilassamento.
  • I principi fondamentali dell’allenamento.
  • Le dipendenze e il doping.

Religione

   

NUCLEO TEMATICO

 SCUOLA DELL’INFANZIA

CAMPI DI ESPERIENZA

DIO E L’UOMO

 

IL SÉ E L’ALTRO

Il bambino: sviluppa un positivo senso di sé e sperimenta relazioni serene con gli altri. 

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

 

I LIVELLO

  • Il Creato: l’inizio di ogni cosa…
  • L’amore per il Creato: San Francesco d’Assisi e il lupo di Gubbio.
  • San Martino: la generosità nei confronti dei più deboli.
  • Il Natale e la sua rappresentazione.

II LIVELLO

  • Le meraviglie del Creato.
  • L’annunciazione a Maria e la nascita di Gesù.
  • Gesù cresce come noi.
  • Gesù bambino e i suoi amici.

III LIVELLO

  • Il messaggio di Gesù: le parabole.
  • I miracoli: espressione dell’amore di Dio.
  • La Pasqua di Gesù

 

CAMPI DI ESPERIENZA

LA BIBBIA E LE ALTRE FONTI

 

LINGUAGGI, CREATIVITÀ, ESPRESSIONE

Il bambino: sa riconoscere alcuni linguaggi tipici della vita dei cristiani ( feste, canti, arte, edifici) e impara termini del linguaggio religioso. 

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

 

I LIVELLO

  • La vita di Gesù nel Vangeli dell’infanzia.

II LIVELLO

  • La vita di Gesù nel Vangeli dell’infanzia.

III LIVELLO

  • Alcuni momenti significativi della vita di Gesù del testo biblico.

 

CAMPI DI ESPERIENZA

IL LINGUAGGIO RELIGIOSO

 

I DISCORSI E LE PAROLE

Il bambino: scopre nei racconti del Vangelo la persona di Gesù da cui apprende che Dio è Padre di tutti.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

 

I LIVELLO

  • Condividere l’esperienza del gioco..

II LIVELLO

  • Il Cantico delle Creature.
  • La Pasqua, festa della vita di Gesù risorto.
  • La Chiesa, luogo dell’incontro tra fratelli.

III LIVELLO

  • Il Cantico delle Creature: una “poesia” per ringraziare Dio.
  • I simboli della Pasqua cristiana.
  • La Chiesa, luogo dove si incontrano i cristiani.

 

CAMPI DI ESPERIENZA

VALORI ETICI E RELIGIOSI

 

LA CONOSCENZA DEL MONDO

Il bambino: osserva con meraviglia ed esplora con curiosità il mondo, riconosciuto dai cristiani come dono di Dio Creatore.

 

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

 

I LIVELLO

  • La scoperta dell’accoglienza dell’altro e la scoperta dell’amicizia.

II LIVELLO

  • L’amicizia come accettazione e condivisione degli altri.
  • Il perdono come scoperta.
  • Il Natale e la Pasqua come momento per gioire insieme.
  • Il valore della solidarietà nei racconti di alcune parabole..

III LIVELLO

  • L’amicizia: il dono più grande.
  • Il perdono come esperienza da vivere.
  • Le feste cristiane come espressione della condivisione gioiosa dello stare insieme.
  • Il valore della solidarietà e della fraternità alla luce del messaggio di Gesù.

NUCLEO TEMATICO

 SCUOLA PRIMARIA

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

DIO E L’UOMO

 

L’alunno: riflette su Dio Creatore e Padre, sui fondamenti della vita di Gesù e sa collegare i contenuti principali del suo insegnamento alle tradizioni dell’ambiente in cui vive.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

Sapere che per la religione cristiana Gesù è il Signore, che rivela all’uomo il volto del Padre e annuncia il Regno di Dio con parole e azioni. 

Riconoscere avvenimenti, persone e strutture fondamentali della Chiesa cattolica sin dalle origini e metterli a confronto con quelli delle altre confessioni cristiane evidenziando le prospettive del cammino ecumenico.

Conoscere le origini e lo sviluppo del cristianesimo e delle altre grandi religioni individuando gli aspetti più importanti del dialogo interreligioso.

 

CLASSE PRIMA

Il Natale: la storia più bella, di un bambino come noi e Figlio di Dio.

Ai tempi di Gesù si viveva così…

Il messaggio di Gesù attraverso alcune sue parabole e miracoli.

La chiesa: una casa per incontrare Gesù.

CLASSE SECONDA

Il Natale: la storia più bella, di un bambino come noi e Figlio di Dio.

Ai tempi di Gesù si viveva così…

Gesù: alcune sue parabole e miracoli.

Il dono dello Spirito Santo. 

CLASSE TERZA

Sulle tracce della Religione.

Un mondo di dèi.

Un solo Dio.

Storia del popolo di Dio.

La Pasqua ebraica e cristiana.

CLASSE QUARTA

La Buona Notizia: l’insegnamento di Gesù attraverso la sua vita e le sue Parole.

La Pasqua.

La Pentecoste.

Maria, la prescelta.

CLASSE QUINTA

Il messaggio di Gesù si diffonde.

Le confessioni cristiane.

I sacramenti: doni speciali.

Le grandi Religioni del mondo.

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

LA BIBBIA E LE ALTRE FONTI

 

L’alunno: riconosce che la Bibbia è il libro sacro per Cristiani ed Ebrei e identifica le caratteristiche essenziali di un brano biblico con l’aiuto dell’adulto.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

Leggere direttamente pagine bibliche ed evangeliche, riconoscendone il genere letterario e individuandone il messaggio principale.

Ricostruire le tappe fondamentali della vita di Gesù, nel contesto storico, sociale, politico e religioso del tempo, a partire dai Vangeli.

Decodificare i principali significati dell’iconografia cristiana.

Saper attingere informazioni sulla religione cattolica anche nella vita di santi e in Maria, la madre di Gesù.

 

CLASSE PRIMA

Gli avvenimenti più significativi della vita di Gesù nel Vangelo di Luca e di Matteo.

 CLASSE SECONDA

Gli avvenimenti più significativi della vita di Gesù nel Vangelo di Luca e di Matteo.

CLASSE TERZA

La Bibbia: il libro della parola di Dio.

La storia del popolo ebraico.

CLASSE QUARTA

Le parabole del Regno di Dio, la Pasqua, la Pentecoste dai Vangeli.

CLASSE QUINTA

I libri sacri delle grandi religioni.

L’enciclica “Nostra Aetate”.

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

IL LINGUAGGIO RELIGIOSO

 

L’alunno: scopre che l’uomo manifesta la propria fede con espressioni diverse di religiosità ( gesti, segni liturgici, festività, ministeri).

L’alunno: identifica nella Chiesa la comunità di coloro che credono in Gesù Cristo e conosce alcune fonti ( iconografiche, scritte…) significative per la vita della Chiesa.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

Intendere il senso religioso del Natale e della Pasqua, a partire dalle narrazioni evangeliche e dalla vita della Chiesa. 

Riconoscere il valore del silenzio come “luogo” di incontro con se stessi, con l’altro, con Dio.

Individuare significative espressioni d’arte cristiana (a partire da quelle presenti nel territorio), per rilevare come la fede sia stata interpretata e comunicata dagli artisti nel corso dei secoli.

 Rendersi conto che la comunità ecclesiale esprime, attraverso vocazioni e ministeri differenti, la propria fede e il proprio servizio all’uomo.

 

CLASSE PRIMA

Il Cantico delle Creature: una “poesia” per lodare e ringraziare Dio.

La preghiera: un dialogo con Dio.

CLASSE SECONDA

La preghiera degli amici di Gesù e la preghiera nel mondo.

CLASSE TERZA

I simboli della Pasqua ebraica e della Pasqua cristiana.

CLASSE QUARTA

La natività, la resurrezione e la Pentecoste nell’arte attraverso i secoli.

Maria, protagonista dell’arte di tutti i secoli.

CLASSE QUINTA

La libertà di preghiera in ogni tempo e in ogni luogo del mondo.

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

VALORI ETICI E RELIGIOSI

 

L’alunno: riconosce nella vita e negli insegnamenti di Gesù proposte di scelte responsabili, in vista di un personale progetto di vita.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

Scoprire la risposta alle domande di senso dell’uomo della Bibbia e quella delle principali religioni non cristiane.

Riconoscere nella vita e negli insegnamenti di Gesù Proposte di scelte responsabili, in vista di un personale progetto di vita.

CLASSE PRIMA

I nuovi amici da conoscere e da vivere: il Valore dell’Amicizia. 

CLASSE SECONDA

Il Creato, le Creature da guardare con meraviglia, gratitudine e rispetto.

CLASSE TERZA

L’espressione della religiosità dell’uomo primitivo e delle religioni antiche.

Le feste cristiane come espressione della condivisione gioiosa dello stare insieme.

CLASSE QUARTA

Le grandi Religioni: i valori universali che permettono di conoscersi e rispettarsi.

CLASSE QUINTA

Il valore della solidarietà e della fraternità alla luce degli insegnamenti e dei gesti compiuti da Gesù, modello di vita.

NUCLEO TEMATICO

 SCUOLA SECONDARIA PRIMO GRADO

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

DIO E L’UOMO

 

L’alunno: riflette su Dio Creatore e Padre, sui fondamenti della vita di Gesù e sa collegare i contenuti principali del suo insegnamento alle tradizioni dell’ambiente in cui vive.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

Sapere che per la religione cristiana Gesù è il Signore, che rivela all’uomo il volto del Padre e annuncia il Regno di Dio con parole e azioni.

Riconoscere avvenimenti, persone e strutture fondamentali della Chiesa cattolica sin dalle origini e metterli a confronto con quelli delle altre confessioni cristiane evidenziando le prospettive del cammino ecumenico. 

Conoscere le origini e lo sviluppo del cristianesimo e delle altre grandi religioni individuando gli aspetti più importanti del dialogo interreligioso.

 

CLASSE PRIMA

L’origine del fenomeno religioso.

I lineamenti generali delle religioni antiche a confronto con il monoteismo ebraico-cristiano.

L’evoluzione storica del popolo d’Israele fino alla venuta del Messia.

La Palestina, terra della missione pubblica di Gesù.

L’identità storica di Gesù, Figlio di Dio fatto uomo. 

CLASSE SECONDA

L’evoluzione storica della Chiesa primitiva.

La Chiesa nel periodo delle persecuzioni e la testimonianza del martirio.

La storia della Chiesa nel Medioevo e il suo ruolo nella formazione della società europea.

Il ruolo storico della Chiesa nell’epoca moderna e contemporanea.

Gli aspetti principali che realizzano la missione della Chiesa, sacramento di salvezza

CLASSE TERZA

L’ adolescenza nella prospettiva cristiana di un progetto di vita libero e responsabile.

Il rapporto tra fede e scienza e un possibile dialogo.

I lineamenti generali delle grandi religioni, le loro caratteristiche dottrinali e culturali, le loro usanze e tradizioni.

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

LA BIBBIA E LE ALTRE FONTI

 

L’alunno: riconosce che la Bibbia è il libro sacro per Cristiani ed Ebrei e identifica le caratteristiche essenziali di un brano biblico con l’aiuto dell’adulto.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

Leggere direttamente pagine bibliche ed evangeliche, riconoscendone il genere letterario e individuandone il messaggio principale. 

Ricostruire le tappe fondamentali della vita di Gesù, nel contesto storico, sociale, politico e religioso del tempo, a partire dai Vangeli.

Decodificare i principali significati dell’iconografia cristiana.

Saper attingere informazioni sulla religione cattolica anche nella vita di santi e in Maria, la madre di Gesù.

CLASSE PRIMA

La Bibbia, documento storico-culturale per conoscere la storia del popolo d’Israele fino alla venuta del Messia.

Le fonti extra-bibliche sull’identità storica di Gesù.

La Bibbia come fonte d’ispirazione per la produzione pittorica e letteraria

CLASSE SECONDA

Le fonti bibliche ed extra-bibliche sulle persecuzioni dei cristiani.

Le encicliche del Concilio Vaticano II. 

CLASSE TERZA

Le origini dell’universo secondo la Bibbia e la Scienza

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

IL LINGUAGGIO RELIGIOSO

 

L’alunno: scopre che l’uomo manifesta la propria fede con espressioni diverse di religiosità ( gesti, segni liturgici, festività, ministeri).

L’alunno: identifica nella Chiesa la comunità di coloro che credono in Gesù Cristo e conosce alcune fonti ( iconografiche, scritte…) significative per la vita della Chiesa.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

Intendere il senso religioso del Natale e della Pasqua, a partire dalle narrazioni evangeliche e dalla vita della Chiesa.

Riconoscere il valore del silenzio come “luogo” di incontro con se stessi, con l’altro, con Dio.

Individuare significative espressioni d’arte cristiana (a partire da quelle presenti nel territorio), per rilevare come la fede sia stata interpretata e comunicata dagli artisti nel corso dei secoli.

 Rendersi conto che la comunità ecclesiale esprime, attraverso vocazioni e ministeri differenti, la propria fede e il proprio servizio all’uomo.

CLASSE PRIMA

I significati simbolici-religiosi delle strutture e dei luoghi sacri dell’antichità.

CLASSE SECONDA

I fatti principali della Chiesa primitiva nella pittura e nella letteratura italiana dell’epoca medievale e moderna.

Il messaggio cristiano nell’arte italiana dell’epoca medievale.

Le celebrazioni liturgiche, i sacramenti e gli spazi sacri della comunità cristiana.

CLASSE TERZA

Il messaggio cristiano nella pittura e nella letteratura dell’epoca moderna e contemporanea.

Il pregiudizio sulla religione e il significato di alcune opere pittoriche contemporanee.

Alcune opere pittoriche in relazione alla prospettiva dialogica tra fede e scienza.

Le strutture e i significati dei diversi luoghi sacri.

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

VALORI ETICI E RELIGIOSI

 

L’alunno: riconosce nella vita e negli insegnamenti di Gesù proposte di scelte responsabili, in vista di un personale progetto di vita.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

Scoprire la risposta alle domande di senso dell’uomo della Bibbia e quella delle principali religioni non cristiane.

Riconoscere nella vita e negli insegnamenti di Gesù Proposte di scelte responsabili, in vista di un personale progetto di vita.

CLASSE PRIMA

Le tracce di una ricerca religiosa dell’uomo attraverso le sue domande e le sue esperienze.

La fede dell’uomo nel Dio unico che opera nella storia della salvezza.

La fedeltà di Dio e il dialogo d’amore esistente tra Dio e l’uomo nell’esperienza storica del popolo d’Israele.

CLASSE SECONDA

L’esperienza del dialogo tra Dio e l’uomo attraverso la vicenda della nascita di Gesù e la formazione dei Vangeli.

L’originalità della proposta cristiana attraverso la testimonianza della Chiesa moderna e contemporanea.

L’arte cristiana espressione del bisogno di senso dell’uomo.

CLASSE TERZA

Le scelte dei cristiani rispetto alle relazioni affettive e alla realizzazione del progetto di vita.

I valori costitutivi della persona e le scelte dei cristiani rispetto al valore della vita dal suo inizio al suo termine.

Musica

   

NUCLEO TEMATICO

 SCUOLA DELL’INFANZIA

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

IL PAESAGGIO SONORO

Il bambino:

  • scopre il linguaggio sonoro attraverso attività di percezione e di produzione musicale utilizzando voce, corpo e oggetti.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

Percepire e imparare ad ascoltare i suoni all’interno di contesti di apprendimento significativi.

Anni tre

  • familiarizzare con i compagni e le insegnanti attraverso l’esperienza del canto corale

Anni quattro

  • scopre il paesaggio sonoro attraverso attività di percezione e produzione musicale

Anni cinque

  • percepire e imparare ad ascoltare diversi suoni ( canzoni, voce, melodie…)

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

IL LINGUAGGIO MUSICALE

Il bambino:

  • esprime emozioni, racconta, utilizzando le varie possibilità che il linguaggio del corpo consente (voce, ritmo etc…);
  • esplora i primi alfabeti musicali utilizzando anche i simboli di una notazione informale per codificare i suoni percepiti e riprodurli.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Riconoscere alcuni elementi musicali di base e li sa riprodurre con la voce e gli strumenti.

 

Anni tre

  • drammatizzare con il movimento le principali caratteristiche sonore di musiche ascoltate

Anni quattro

  • consolidare autonomamente le potenzialità espressive del corpo attraverso giochi per l’espressione corporea

Anni cinque

  • memorizza ed interiorizza elementi musicali che riproduce con la voce e con gli strumenti

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

FARE MUSICA

Il bambino:

  • sperimenta e combina elementi musicali di base, producendo semplici sequenze sonoro-musicali.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Manipolare materiali sonori e utilizzare la voce per esprimersi individualmente e in gruppo. 

 

 

Anni tre

  • eseguire semplici canti di gruppo accompagnanti da movimenti

Anni quattro

  • realizzare ed utilizzare strumenti musicali

Anni cinque

  • utilizzare materiali sonori per esprimersi individualmente e in gruppo 

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

ASCOLTARE E COMPRENDERE

 

Il bambino:

  • segue con curiosità e piacere spettacoli di vario tipo (teatrali, musicali, visivi, di animazione);
  • sviluppa interesse per l’ascolto della musica.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Ascoltare e comprendere i messaggi musicali contenuti all’interno di una rappresentazione

Anni tre, quattro, cinque

  • avviarsi alla comprensione dei messaggi proposti attraverso la musica

NUCLEO TEMATICO

SCUOLA PRIMARIA

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

IL PAESAGGIO SONORO

 

 

 

L’allievo:

  • esplora, discrimina ed elabora eventi sonori dal punto di vista qualitativo, spaziale e in riferimento alla loro fonte.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

Riconoscere e classificare gli elementi sonori e le fonti di provenienza.

 

 

CLASSE PRIMA:

Distinguere tra suono e silenzio.

Ascoltare suoni e rumori del corpo umano e dell’ambiente, distinguerli, caratterizzarli e classificarli.

Scoprire le proprietà sonore di oggetti diversi.

Riprodurre giochi vocali individuali e di gruppo.

Sonorizzare collettivamente una storia.

CLASSE SECONDA:

Distinguere suoni e rumori naturali ed artificiali.

Riprodurre alcuni suoni utilizzando materiali vari.

Percepire le differenze timbriche della voce umana.

Riprodurre giochi vocali individuali e di gruppo.

CLASSE TERZA:

Distinguere le caratteristiche del suono: altezza, intensità e timbro.

Comprendere la durata dei suoni.

Inventare ed eseguire parole e frasi ritmiche

CLASSE QUARTA:

Inventare ed eseguire parole e frasi ritmiche.

Classificare i suoni in base ai parametri distintivi (timbro, intensità, durata, altezza e ritmo).

Riconoscere il timbro dei vari strumenti

CLASSE QUINTA

Classificare i suoni in base ai parametri distintivi (timbro, intensità, durata, altezza e ritmo).

Distinguere le caratteristiche sonore degli strumenti in base ai materiali con cui sono costruiti.

Analizzare e classificare i principali strumenti musicali.

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

IL LINGUAGGIO MUSICALE

L’allievo:

  • esplora diverse possibilità espressive della voce, di oggetti sonori e strumenti musicali, imparando ad ascoltare se stesso e gli altri;
  • fa uso di forme di notazione analogiche o codificate. 

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Rappresentare gli eventi sonori e gli elementi basilari di semplici brani musicali attraverso sistemi simbolici convenzionali e non convenzionali.

CLASSE PRIMA:

Cogliere all’ascolto alcuni aspetti di un brano musicale, traducendoli in azione motoria e segno grafico.

Inventare simboli grafici.

CLASSE SECONDA:

Inventare forme spontanee di notazione attraverso la simbolizzazione di suoni e rumori.

Cogliere all’ascolto alcuni aspetti di un brano musicale, traducendoli in azione motoria e segno grafico.

CLASSE TERZA:

Muoversi a ritmo di musica.

Scoprire la danza come espressione musicale.

Scrivere suoni e rumori adatti per accompagnare e commentare un frammento di fumetto.

CLASSE QUARTA:

Eseguire attività motorie e drammatizzazione su brani musicali.

Associare suoni a immagini, stati d’animo ed impressioni.

Conoscere il linguaggio dei fumetti: segni, onomatopee e colori per rappresentare suoni.

CLASSE QUINTA:

Esperienze di scoperta e conoscenza delle figure musicali di semibreve, minima e semiminima

Eseguire attività motorie e drammatizzazione su brani musicali.

Rappresentare attraverso vari linguaggi espressivi un brano musicale ascoltato.

 

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

FARE MUSICA

L’allievo:

  • articola combinazioni timbriche e melodiche, applicando schemi elementari: le esegue con la voce, il corpo e gli strumenti, ivi compresi quelli della tecnologia informatica;
  • esegue, da solo e in gruppo, semplici brani vocali e strumentali, appartenenti a generi e culture differenti, utilizzando anche strumenti didattici e auto-costruiti.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Eseguire collettivamente e individualmente brani vocali-strumentali curando l’intonazione, l’espressività e l’interpretazione;
  • sviluppare gradualmente le proprie capacità di invenzione e improvvisazione, utilizzando voce, strumenti e varie tecnologie.

 

 

 

CLASSE PRIMA:

Inventare ed eseguire parole e frasi ritmiche

Conoscere gli strumenti didattici.

Produrre diversi tipi di suono vocale (piano-forte, acuto-grave)

Eseguire con la voce semplici melodie per imitazione.

Produrre collettivamente semplici melodie per imitazione.

CLASSE SECONDA:

Utilizzare semplici strumenti didattici.

Produrre semplici sequenze ritmiche con lo strumentario didattico.

Scoprire le capacità espressive della voce.

Improvvisare con la voce.

Cantare brani melodici e ritmici.

CLASSE TERZA:

Produrre semplici sequenze ritmiche con lo strumentario didattico.

Inventare ed eseguire parole e frasi ritmiche.

Intonare semplici brani monodici utilizzando le varietà espressive della voce.

CLASSE QUARTA

Intonare semplici brani monodici utilizzando le varietà espressive della voce.

Produrre sequenze ritmiche con lo strumentario didattico.

Cantare semplici canoni.

CLASSE QUINTA:

Interpretare canti di genere diverso.

Esercitazioni progressive al flauto dolce (facoltativo o con il supporto di un esperto).

Intonare canti a una o più voci utilizzando le varietà espressive della voce.

Realizzare eventi sonori che integrino altre forme artistiche, quali danza, teatro, arti visive e multimediali.

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

ASCOLTARE E COMPRENDERE

 

L’allievo:

  • riconosce gli elementi costitutivi di un semplice brano musicale;
  • ascolta, interpreta e descrive brani musicali di diverso genere.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Riconoscere gli usi, le funzioni della musica e dei suoni in vari contesti (storico culturale, multimediale).

CLASSE TERZA:

Ascoltare musiche popolari e colte italiane e non.

CLASSE QUARTA:

Ascoltare e riflettere sui vari stili e generi di musica.

Individuare il ruolo della musica nelle civiltà antiche.

CLASSE QUINTA:

Ascolto guidato e riflessione di brani musicali appartenenti ad epoche e culture diverse.

Esecuzioni di canti della tradizione popolare delle varie regioni.

Le verifiche verranno effettuate con scansione bimestrale con prove pratiche ed orali.

NUCLEO TEMATICO

 SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

IL PAESAGGIO SONORO

L’allievo:

  • comprende e valuta i significati musicali in relazione alla propria esperienza musicale e ai diversi contesti storico-culturali.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Conoscere, descrivere e interpretare in modo critico la realtà sonora che ci circonda.

 

Classe 1^

  • Ascolto guidato dei suoni e dei rumori dell'ambiente in cui viviamo
  • Le varie fonti sonore
  • Osservazione del suono nei suoi parametri
  • Classificazione delle voci e degli strumenti

Classe 2^

  • Realizzazione di mappe sonore
  • Ascolto di brani descrittivi su natura e ambiente, favole musicali, poemi sinfonici

Classe 3^

  • Conoscenza di opere musicali di varie epoche e generi aventi per tema l'ambiente, mediante l'ascolto, l'esecuzione corale e strumentale
  • Studio dell’acustica e dei materiali sonori. 

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

IL LINGUAGGIO MUSICALE

L’allievo:

  • partecipa in modo attivo alla realizzazione di esperienze musicali attraverso l’esecuzione e l’interpretazione di brani strumentali e/o vocali appartenenti a generi e culture differenti;
  • comprende ed usa la simbologia musicale e la notazione funzionali alla lettura, all’analisi e alla riproduzione di brani musicali.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Decodificare e utilizzare la notazione tradizionale;
  • riconoscere e classificare anche stilisticamente i più importanti elementi costitutivi del linguaggio musicale.

 

Classe 1^

  • Il pentagramma, la chiave di violino, le note, le figure musicali (fino alla croma), il punto di valore, legatura di valore, le alterazioni.
  • Il ritmo e la melodia

Classe 2^

  • Tutte le figure musicali
  • Tempi semplici e composti
  • Semplici strutture ritmiche irregolari

Classe 3^

  • Ampliamento delle nozioni di teoria: le scale, gli intervalli, gli accordi, la tonalità, ritmi irregolari, segni di dinamica ed agogica 

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

FARE MUSICA

L’allievo:

  • integra con altri saperi e altre pratiche artistiche le proprie esperienze musicali, servendosi anche di appropriati codici e sistemi di codifica;
  • è in grado di ideare e realizzare, anche attraverso l’improvvisazione o partecipando a processi di elaborazione collettiva, messaggi musicali e multimediali, nel confronto critico di modelli appartenenti al patrimonio musicale, utilizzando anche sistemi informatici.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Eseguire in modo espressivo, collettivamente e individualmente, brani vocali e strumentali di diversi generi e stili, anche avvalendosi di strumentazioni elettroniche;
  • improvvisare, rielaborare e comporre brani musicali vocali e strumentali utilizzando strutture aperte e/o semplici schemi ritmico-melodici. 

Classe 1^

  • Corretta impostazione della voce
  • Esecuzione vocale della scala di do maggiore ascendente e discendente
  • Conoscenza tecnica del flauto dolce e di alcuni strumenti ritmici
  • Esecuzioni vocali e strumentali di semplici melodie

Classe 2^

  • Esecuzione vocale e/o strumentale di brani musicali anche polifonici di vario genere
  • Variazioni ritmiche e melodiche di semplici sequenze sonore

Classe 3^

  • Cura dell'espressività nell'esecuzione individuale e collettiva di brani strumentali e/o vocali
  • Composizioni di frasi ritmiche e melodiche 

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

ASCOLTARE E COMPRENDERE

 

L’allievo:

  • comprende e valuta opere musicali riconoscendone significati anche in relazione ai diversi contesti storico-culturali.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

Conoscere, descrivere e interpretare in modo critico opere d’arte musicali;

  • mettere in relazione l’opera musicale con altre forme artistiche, quali danza, teatro, arti visive e multimediali.

 

Classe 1^

  • I popoli antichi, il Medioevo: quadro storico e culturale del periodo, forme e generi, strumenti musicali, scrittura musicale.

Classe 2^

  • Rinascimento, Barocco e Classicismo: quadri storici e culturali dei vari periodi, forme e generi, strumenti musicali, compositori ed opere.

Classe 3^

  • L'Ottocento e il Novecento: quadri storici e culturali dei due periodi, forme e generi, strumenti musicali, compositori ed opere
  • La musica dal Novecento ad oggi: i caratteri della musica contemporanea, forme e generi, strumenti, compositori ed opere.

Arte e immagine

   

NUCLEO TEMATICO

SCUOLA DELL’INFANZIA 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

IL LINGUAGGIO VISIVO

Il bambino:

  • ragiona sulla lingua, scopre la presenza di lingue diverse, riconosce e sperimenta la pluralità dei linguaggi, si misura con la creatività e la fantasia;
  • raggruppa e ordina oggetti e materiali secondo criteri diversi, ne identifica alcune proprietà, utilizza semplici simboli. 

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Esprimersi attraverso linguaggi verbali, corporei ed espressivi;
  • raggruppare materiali in base a forma, colore e dimensione.

Anni tre

  • scopre la lingua

Anni quattro

  • si misura con la fantasia e la creatività

Anni cinque

  • raggruppa e ordina oggetti e materiali secondo criteri diversi
  • utilizza semplici simboli

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

LA PROGETTAZIONE

 

Il bambino:

  • inventa storie e sa esprimerle attraverso la drammatizzazione, il disegno, la pittura e altre attività manipolative;
  • utilizza materiali e strumenti, tecniche espressive e creative; -esplora le potenzialità offerte dalle tecnologie.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Usare il corpo come mezzo di comunicazione;
  • muoversi a ritmo della musica;
  • sperimentare mescolanze di colori e materiali;
  • sperimentare con creatività tecniche e materiali;
  • rappresentare graficamente esperienze vissute;
  • esprimersi utilizzando le nuove tecnologie. 

Anni tre

  • utilizza materiali
  • utilizza tecniche manipolative

Anni quattro

  • esplora le potenzialità tecniche ed espressive

Anni cinque

  • inventa storie e sa esprimerle attraverso la rappresentazione grafica e la drammatizzazione
  • accresce le potenzialità offerte dalle tecnologie

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

LA RAPPRESENTAZIONE SIMBOLICA

Il bambino:

  • segue con curiosità e piacere spettacoli di vario tipo (teatrali, musicali, visivi, di animazione) e sviluppa interesse per la fruizione di opere d'arte, mediante esperienze dirette di tipo laboratoriale.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Manifestare interesse per la fruizione di spettacoli teatrali e di animazione;
  • dimostrare coinvolgimento nella partecipazione a semplici spettacoli;
  • osservare ed interpretare un'opera d'arte;
  • cogliere la funzione espressiva di un'opera d'arte;
  • esprimere sentimenti ed emozioni legati ad un'opera d'arte;
  • riprodurre in modo personale un'opera d'arte.

Anni tre

  • segue con curiosità e piacere spettacoli di vario tipo

Anni quattro

  • manifesta interesse per la fruizione di spettacoli teatrali e di animazione

Anni cinque

  • Sviluppa interesse per la fruizione di opere d’arte
  • Incoraggia l’esperienza diretta di tipo laboratoriale
  • Dimostra coinvolgimento nella partecipazione a semplici spettacoli 

NUCLEO TEMATICO

 SCUOLA PRIMARIA

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

IL LINGUAGGIO VISIVO

L'allievo:

  • è in grado di osservare, esplorare, descrivere e leggere immagini (opere d'arte, fotografie, manifesti, fumetti) e messaggi multimediali (spot, brevi filmati, videoclip). 

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Guardare e osservare con consapevolezza un'immagine e gli oggetti presenti nell'ambiente descrivendo gli elementi formali, utilizzando le regole della percezione visiva e l'orientamento nello spazio;
  • riconoscere in un testo iconico-visivo gli elementi grammaticali e tecnici del linguaggio visivo (linee, colori, forme, volume, spazio) individuando il loro significato espressivo;
  • individuare nel linguaggio del fumetto, filmico e audiovisivo le diverse tipologie di codici, le sequenze narrative e decodificare in forma elementare i diversi significati. 

 

Classe prima

  • Le immagini della natura: i cambiamenti stagionali (foglie, fiori, frutti, animali…)
  • Le parti del corpo
  • Il paesaggio: la linea di terra e la linea di cielo nel paesaggio.
  • Le relazioni spaziali (vicino/lontano, sopra/sotto, destra/sinistra, dentro/fuori, orizzontale/verticale, la figura e lo sfondo.
  • Il colore: colori primari e secondari

Classe seconda

  • I colori e le forme
  • i colori complementari, caldi e freddi
  • il segno, la linea, la superficie.

Classe terza

  • Gli elementi della comunicazione iconica: il punto, la linea.
  • Il ritmo e l’alternanza di elementi compositivi: forme, colori e segni.
  • Linguaggio delle immagini: campi, piani.
  • Il fumetto e il suo linguaggio.

Classe quarta

  • Gli elementi e le caratteristiche del paesaggio: realistico, fantastico.
  • Gli elementi del linguaggio visivo nella sua globalità: punto, linea, superficie, forma, colore, ritmo, spazio.
  • I diversi codici espressivi: verbale, iconico (fumetto, fotografia, pubblicità).
  • La valenza creativa ed emotiva di un’immagine.

Classe quinta

  • I colori: primari, secondari, complementari, caldi, freddi, intensità e tonalità intermedie.
  • Generi artistici differenti: ritratto, paesaggio, natura morta.
  • Il volto: l’espressione fisica e interiore
  • I diversi codici espressivi: visivo, verbale, iconico (fumetto, fotografia, pubblicità, cinema, teatro).
  • La valenza creativa ed emotiva di un’immagine.

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

LA PROGETTAZIONE

 

L'allievo:

  • utilizza le abilità e le conoscenze relative al linguaggio visivo per produrre varie tipologie di testi visivi (espressivi, narrativi, rappresentativi e comunicativi) e rielaborare in modo creativo le immagini con semplici tecniche;
  • utilizza consapevolmente materiali e strumenti (grafico-espressivi, pittorici e plastici ma anche audiovisivi e multimediali). 

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Sperimentare strumenti e tecniche diverse per realizzare prodotti grafici, plastici, pittorici e multimediali;
  • trasformare immagini e materiali ricercando soluzioni figurative originali;
  • introdurre nelle proprie produzioni creative elementi linguistici e stilistici scoperti osservando immagini e opere d'arte.

Classe Prima

  • Tecniche di utilizzo per: pastelli, pennarelli, pastelli a cera…
  • odi e strumenti per colorare e produrre forme e figure
  • (Il colore e la superficie: il frottage)
  • (Il collage).

Classe Seconda

  • Tecniche e materiali diversi
  • Semplici immagini utilizzando strumenti multimediali

Classe Terza

  • Tecniche e materiali diversi
  • Tecniche plastiche con uso di materiali diversi, anche di riciclo.
  • Semplici strumenti multimediali che interagiscono con le immagini

Classe Quarta

  • Tecniche e stili espressivi da riutilizzare
  • Materiali vari a fini espressivi

Classe Quinta

  • Strumenti e regole per produrre immagini grafiche, pittoriche, plastiche tridimensionali, attraverso processi di rielaborazione, di tecniche e materiali diversi tra loro.
  • Produzioni personali di vario tipo: costruzione di oggetti in occasione di ricorrenze particolari.
  • Tecnologie della comunicazione per esprimere emozioni mediante codici visivi, sonori e verbali.

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

LA RAPPRESENTA-

ZIONE SIMBOLICA

L'allievo:

  • individua i principali aspetti formali dell'opera d'arte e apprezza le opere artistiche e artigianali, anche provenienti da culture diverse dalla propria;
  • conosce i principali beni artistico-culturali presenti nel proprio territorio e manifesta sensibilità e rispetto per la loro salvaguardia.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Individuare in un'opera d'arte, sia antica sia moderna, gli elementi essenziali della forma, del linguaggio, della tecnica e dello stile dell'artista per comprenderne il messaggio e la funzione;
  • familiarizzare con alcune forme di arte e di produzione artigianale appartenenti alla propria e ad altre culture;
  • riconoscere e apprezzare nel proprio territorio gli aspetti più caratteristici del patrimonio ambientale e urbanistico e i principali monumenti storico-artistici, mediante esperienze dirette di tipo laboratoriale (uscite didattiche).

Classe Prima

  • Principali tipologie di beni artistici e artigianali presenti nel proprio territorio

Classe Seconda

  • La bellezza del linguaggio delle immagini
  • Luoghi e monumenti artistici
    Mostre
    Laboratori

Classe Terza

  • Opere d’arte del proprio territorio.
  • Forme dell’arte preistorica: graffiti impronte, pittura rupestre.
  • Classe Quarta
  • La valenza creativa ed emotiva di un’opera d’arte.
  • Alcune caratteristiche forme espressive dell’antichità (prime civiltà Assiri, Babilonesi, Egizi…).
  • Principali monumenti, realtà museali, edifici storici e sacri situati nel territorio di appartenenza.

Classe Quinta

  • Lettura di opere d’arte: forme e funzioni
  • Osservazione di quadri di autori noti.
  • Il viso nei quadri d’autore.
  • Alcune caratteristiche forme espressive dell’antichità (civiltà greco-romana).
  • I principali monumenti, realtà museali, edifici storici e sacri situati nel territorio di appartenenza

VERIFICHE

Classe prima

Due prove pratiche di verifica a quadrimestre; una lettura di immagine facoltativa.

Classe seconda

Due prove pratiche di verifica a quadrimestre; una lettura di immagine facoltativa.

Classe terza

Una prova pratica di verifica a quadrimestre; una lettura di immagine o opera d’arte.

Classe quarta

Due prove di verifica a quadrimestre: una pratica, una lettura di immagine (opera d’arte)

Classe quinta

Due prove di verifica a quadrimestre: una pratica, una lettura di immagine (opera d’arte)

NUCLEO TEMATICO

 SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

IL LINGUAGGIO VISIVO

 L’allievo:

  • realizza elaborati personali e creativi, applicando le conoscenze e le regole del linguaggio visivo e scegliendo in modo funzionale tecniche e materiali differenti anche con l'integrazione di più media e codici espressivi;
  • padroneggia gli elementi principali del linguaggio visivo;
  • legge e comprende i significati di immagini statiche e in movimento, di filmati audiovisivi e di prodotti multimediali; sperimenta nuove modalità di apprendimento proposte dalle tecnologie della comunicazione. 

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Utilizzare consapevolmente gli strumenti, le tecniche figurative (grafiche, pittoriche, plastiche) e le regole della rappresentazione visiva per una produzione creativa che rispecchi le preferenze e lo stile espressivo personale;
  • rielaborare creativamente materiali di uso comune, immagini fotografiche, scritte, elementi iconici e visivi per produrre nuove immagini;
  • utilizzare diverse tecniche osservative per descrivere con un linguaggio verbale appropriato gli elementi formali ed estetici di un contesto reale.

 

Classi 1^ - 2^ - 3^

(graduando il livello di difficoltà)

  • Osservazione e descrizione degli elementi formali ed estetici di un’immagine
  • Lettura ed interpretazione di un’immagine utilizzando gradi progressivi di approfondimento, per comprenderne la struttura ed il significato
  • Utilizzo delle regole compositive e dei codici linguistici presenti in un’ immagine, anche multimediale, nei diversi ambiti di appartenenza (arte/pubblicità/informazione/spettacolo)

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

LA PROGETTAZIONE

 

L'allievo:

  • realizza elaborati personali e creativi sulla base di un'ideazione e progettazione originale.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Ideare e progettare elaborati ricercando soluzioni creative originali ispirate anche dallo studio dell'arte e della comunicazione visiva;
  • scegliere le tecniche e i linguaggi più adeguati per realizzare prodotti visivi seguendo una precisa finalità operativa o comunicativa, anche integrando più codici e facendo riferimento ad altre discipline.

 

 

Classi 1^ - 2^ - 3^

(graduando il livello di difficoltà)

  • Utilizzo degli strumenti della raffigurazione
  • Utilizzo delle tecniche figurative (grafiche/pittoriche/plastiche): collage, frottage, stampa a rilievo, graffito, tempera, acrilici, dripping, mosaico, modellazione, cartapesta
  • Realizzazione di elaborati, ricercando soluzioni creative originali e applicando le regole della rappresentazione visiva: pannello polimaterico, assemblaggio, manifesto, elaborato multimediale
  • Utilizzo e rielaborazione creativa di materiali diversi: plastica, legno, cartoncino ondulato, plastilina, argilla, adigraf, digitale
  • Scelta delle tecniche e dei linguaggi più adeguati per realizzare elaborati seguendo una precisa finalità operativa, anche integrando più codici e facendo riferimento ad altre discipline 

 

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE

LA RAPPRESENTAZIONE SIMBOLICA

L'allievo:

  • legge le opere più significative prodotte nell'arte antica, medievale, moderna e contemporanea sapendole collocare nei rispettivi contesti storici, culturali e ambientali;
  • riconosce il valore culturale di immagini, di opere e di oggetti artigianali prodotti anche in paesi diversi dal proprio;
  • riconosce gli elementi principali del patrimonio culturale, artistico e ambientale del proprio territorio ed è sensibile ai problemi della sua tutela e conservazione;
  • analizza e descrive beni culturali, immagini statiche e multimediali, utilizzando il linguaggio appropriato.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

CONTENUTI

  • Riconoscere i codici e le regole compositive presenti nelle opere d'arte e nelle immagini della comunicazione multimediale per individuarne la funzione simbolica, espressiva e comunicativa nei diversi ambiti di appartenenza (arte, pubblicità, informazione, spettacolo);
  • leggere e commentare criticamente un'opera d'arte mettendola in relazione con gli elementi essenziali del contesto storico e culturale a cui appartiene;
  • possedere una conoscenza delle linee fondamentali della produzione artistica dei principali periodi storici del passato e dell'arte moderna e contemporanea, anche appartenenti a contesti culturali diversi dal proprio;
  • conoscere le tipologie del patrimonio ambientale, storico artistico e museale del territorio sapendone leggere i significati e i valori estetici, storici e sociali, mediante esperienze dirette di tipo laboratoriale (uscite didattiche);
  • ipotizzare strategie di intervento per la tutela, la conservazione e la valorizzazione dei beni culturali. 

Classe 1^

  • La Preistoria

La Preistoria e la nascita del linguaggio artistico: pittura, scultura, architettura megalitica

  • Le civiltà dell’acqua: arte egizia - arte mesopotamica - arte cretese
  • Arte egizia

Architettura: dalla mastaba alle piramidi / la struttura del tempio

Pittura: la tomba di Nefertari - Scultura: le statue dei faraoni

  • Arte mesopotamica

Architettura: la ziqqurat e i grandi palazzi - Scultura: gli “oranti” e Lo Stendardo di Ur

  • Arte cretese

Architettura: il palazzo di Cnosso - La pittura naturalistica su parete e su ceramica

  • Arte micenea

Architettura: tombe a tholos, palazzi e fortificazioni - La lavorazione dei metalli

  • Arte greca

Architettura: il teatro e il tempio (l’Acropoli di Atene) - La pittura vascolare: figure nere su fondo rosso / figure rosse su fondo nero -Scultura: dalle origini all’età classica ed ellenistica

  • Arte etrusca

Architettura: l’uso dell’arco e le tipologie sepolcrali -Scultura: canòpi e sarcofagi

  • Arte romana

Architettura: criteri per fondare una nuova città/le tecniche costruttive dell’arco (arco inquadrato dall’ordine architettonico), dei diversi tipi di volta e della cupola - Pittura parietale e mosaici -

Scultura: ritratti celebrativi e rilievi storici su archi di trionfo e colonne

  • Arte paleocristiana e dell’alto Medioevo

Architettura: basilica, battistero e mausoleo - La pittura nelle catacombe - L’arte bizantina a Ravenna

  • Arte romanica

Architettura: le nuove tecniche costruttive negli edifici religiosi/il complesso monumentale di Pisa - La scultura narrativa

  • Arte gotica

Architettura: la cattedrale (lettura di elementi architettonici statici ed estetici) - il palazzo pubblico - Pittura su tavola 

Classe 2^

  • Arte del Trecento

La rinascita della pittura: Giotto (il ciclo di Assisi/la Cappella degli Scrovegni)

  • Arte del primo Rinascimento

Architettura: Brunelleschi (la cupola di Santa Maria del Fiore e le tecniche costruttive) - Il rinnovamento urbanistico (modelli di “città ideale”) - Pittura: la rappresentazione prospettica/Piero della Francesca, Mantegna e Botticelli

  • Arte del Cinquecento

Architettura nella Roma dei papi: Bramante e Michelangelo Il rinnovamento dell’architettura veneta: Palladio.

Pittura: Leonardo, Raffaello, Michelangelo, Tiziano e Arcimboldi La scultura dal Classicismo al Manierismo: Michelangelo

  • Arte del Seicento: il Barocco e la corrente naturalistica

Architettura: il rinnovamento urbanistico di Roma (Bernini, Borromini) - Pittura: il realismo di Caravaggio/la pittura europea - La scultura: il virtuosismo di Bernini 

Classe 3^

  • Arte del Settecento: il Rococò e il Neoclassicismo

Architettura: le regge europee/la riscoperta del rigore geometrico - Pittura: il Vedutismo e la pittura storica Scultura: l’antico come ideale estetico di Canova

  • Arte dell’Ottocento: il Romanticismo, il Realismo, l’Impressionismo, il Postimpressionismo e il Modernismo

Architettura: nuovi materiali e stili Pittura: il Romanticismo italiano-europeo/la pittura del quotidiano/i temi dell’Impressionismo (Monet)/la pittura come espressione (Van Gogh) - Scultura: il realismo di Degas

  • Arte del Primo Novecento: le avanguardie

Architettura: Razionalismo, Funzionalismo e Organicismo Pittura: Espressionismo francese e tedesco-austriaco/Cubismo/Futurismo/ Astrattismo lirico e eometrico/Dadaismo/Metafisica/Surrealismo/La Scuola di Parigi (Modigliani) - Scultura: ricerca di nuovi modi espressivi

  • Arte del Secondo Novecento

Architettura: gli edifici ad alta tecnologia degli “archistar” - Pittura-scultura: l’arte Informale europea ed extraeuropea (Pollock)/le ultime tendenze.

 

VERIFICA

 I docenti confermano la scelta di una prova d'ingresso comune per gli alunni delle classi prime, da effettuare nei giorni previsti per l'Accoglienza. I docenti concordano inoltre la tipologia e la quantità delle verifiche scritte/orali da effettuare in ciascun Quadrimestre.

 

Verifiche scritte Classi prime e seconde: una verifica per ciascun Quadrimestre.

Classi terze: una verifica nel 1° Q, fino a due verifiche nel 2° Q. Le verifiche mirano ad accertare, mediante schede strutturate:

  • la conoscenza della Storia dell’arte nel contesto socio-culturale di un periodo storico
  • la capacità di lettura di opere d’arte significative
  • la capacità di riferire i diversi artisti alle correnti stilistiche di appartenenza.

Verifiche orali

Le verifiche orali in itinere non possono essere quantificabili ma devono essere effettuate almeno una volta a Quadrimestre, compatibilmente con l'orario di svolgimento delle lezioni che risulta ridotto nel caso di due ore non consecutive.

La tipologia delle verifiche orali prevede:

  • la verifica individuale
  • la discussione collettiva
  • la relazione su eventuali attività di ricerca
  • la relazione su eventuali lavori di gruppo.

Verifiche lavori laboratoriali

Le verifiche in itinere non possono essere quantificabili ma vengono effettuate generalmente ogni bimestre.

La tipologia delle verifiche prevede:

  • elaborati per Concorsi / Progetti
  • elaborati che richiedono l'utilizzo di codici e linguaggi espressivi e la rielaborazione di segni visivi.